Un cantiere fermo. Lo scheletro della scuola di Contrada Mascione, iniziata e non ancora ultimata. I materiali giacciono nell’area chiusa. Scuola chiusa dal 2016 e bambini dislocati in altri istituti. L’associazione “Nuova scuola Mascione: gioca impara includi” è tornata davanti al cantiere per ribadire l’importanza di avere al più presto la struttura e di capire cosa blocchi la sua ultimazione. “Ci sono atti e c’è una delibera, ma al momento le nostre richieste di sapere cosa blocchi i lavori sono inevase dall’amministrazione. Abbiamo chiesto formalmente di avere risposte” ci hanno detto residenti e genitori “ ma nessuna risposta”.
Presente anche un’insegnante davanti al cantiere della scuola di Mascione. “Una situazione che è un danno anche per la scuola, perché qui si iscrivevano bambini anche da Campodipietra e altre zone della città”. Una struttura che ha un significato che va oltre i numeri e oltre la sua principale funzione, è stato spiegato. “Questa scuola ha un valore anche sociale, di aggregazione, di polo culturale per l’intero quartiere, come ci è stato più volte ribadito dall’istituzione comunale. Inoltre – ha detto un genitore – i 5 stelle che amministrano la città hanno puntato molto sull’edilizia scolastica, anche Di Maio lo ribadì qui in campagna elettorale. E ora? Disattendono promesse e programmi. Sono deluso”.

Potrebbe interessanti anche:

La termolese Grazia Lecce campionessa europea bikini fitness

Grazia Lecce è di Termoli. È lei la campionessa europea bikini fitness over 40. Un risulta…