Il PD primo partito in Italia, ma c’è poco da stare allegri, secondo il segretario regionale del partito, Vittorino Facciolla. Il centrosinistra nel suo complesso, dice, deve essere in grado di fare grandi proposte che non vedo ancora. A preoccupare Facciolla è poi il tonfo del M5S, un partito le cui difficoltà sono conclamate, dice il segretario del Partito democratico. Siamo preoccupati e in prospettiva delle regionali 2023 speriamo in una loro ripresa.

Su fronte complessivo delle alleanze, Facciolla punta a reallizzare realmente il tanto auspicato campo largo, cercando di far quadrare un’alleanza dove oltre a PD e 5 Stelle entrino a far parte anche Italia Viva di Renzi e Azione di Calenda che, come noto, tollerano i 5 stelle come gli occhi tollerano il fumo. Ci proveremo lavorando sui programmi, dice il segretario Dem.

Un quadro complesso, come si vede, che potrebbe anche riservare colpi di scena. Ad esempio un PD che vira al centro e lascia nell’angolo i 5 Stelle.

Potrebbe interessanti anche:

Il Covid torna a fare paura, 462 casi in Regione; 112 solo a Campobasso

Numeri che tornano a fare paura. Gli esperti parlano di varianti e di guardia ormai abbass…