“Chi semina deve credere nel raccolto, perché se non crede nel raccolto vuol dire che ha seminato male. Io credo nel raccolto che questa Regione avrà per il prossimo quinquennio. Credo di aver seminato bene e quindi mi sono dichiarato disponibile alla colazione di centrodestra a ricandidarmi per la presidenza di questa Regione. La mia è chiaramente una dichiarazione di disponibilità ed una dichiarazione di fede in quel che si è fatto”. Così il presidente della Regione Donato Toma in un’intervista all’agenzia Dire. “Io – sottolinea – lavoro con i numeri: gli altri possono dire, parlare ed argomentare come vogliono, ma io sono abituato a lavorare con i numeri. Nonostante la pandemia, il sisma del 2018 in Molise e nonostante l’attuale situazione di guerra, i numeri hanno dato ragione agli interventi strategici di questa amministrazione. Abbiamo seminato – conclude Toma – ritengo che dovremo raccogliere. Vorrei essere fra coloro i quali raccoglieranno nel futuro”

Potrebbe interessanti anche:

Ecco il fitto calendario elettorale che ci porterà alle urne: domenica e lunedì la presentazione delle liste

Una corsa contro il tempo con scadenze che non sono mancate neanche a Ferragosto. Le prime…