Centinaia tra agricoltori e allevatori del Molise saranno domani a Roma per denunciare le criticita’ dovute all’enorme presenza di cinghiali su tutto il territorio regionale e nazionale. “Una emergenza nazionale – spiega la Coldiretti molisana – che sta provocando problemi sanitari, sociali, economici e ambientali. Gli animali selvatici trasmettono malattie, distruggono le produzioni alimentari, sterminano raccolti, assediano campi, causano incidenti stradali con morti e feriti e arrivano fino all’interno dei centri urbani dove razzolano tra i rifiuti sempre piu’ vicini ad abitazioni e scuole fino ai parchi dove giocano i bambini”. “I nostri imprenditori – afferma l’organizzazione – sono esasperati per una emergenza che dura ormai da troppo tempo e che sta portando sull’orlo del fallimento decine di aziende agricole e zootecniche non solo molisane ma di tutto il Paese. Alle ormai quotidiane devastazioni di questi ungulati oggi si aggiunge anche un ulteriore gravissimo pericolo, la Peste suina africana che, mette a rischio interi allevamenti e l’intera economia agroalimentare del territorio”.

Potrebbe interessanti anche:

Covid, monitoraggio settimanale: in Molise salgono incidenza dei casi e indice Rt

In Molise incidenza dei casi Covid  ancora in aumento. Si passa da 451 a 727 , in linea co…