Una delegazione di alunni delle classi 3A e 3B del Liceo Scientifico Majorana di Isernia il 23 maggio, giorno dell’anniversario dell’attentato di Capaci, è andata al Foro Italico di Palermo, nel cuore della città storica dove sono nati Giovanni Falcone e Paolo Borsellino. 

Dopo due anni di isolamento forzato, gli studenti sono scesi in piazza per ricordare uomini e donne delle istituzioni, politici, magistrati, sacerdoti, sindacalisti e giornalisti, ma anche tutti quei semplici cittadini morti per un Paese libero dalle mafie, che si batte ogni giorno per la democrazia e la giustizia.

La Fondazione Falcone ha accolto il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, delegazioni di scuole d’Italia, esponenti delle istituzioni del Paese, alcuni dei protagonisti dei drammatici giorni degli attentati del ’92 nonché artisti, musicisti, esponenti del mondo della cultura, testimoni di un Paese che vuole guardare al futuro senza dimenticare.

Albero Falcone

Come ormai da tradizione, anche il liceo Scientifico di Isernia ha partecipato all’evento per mostrare come l’Italia tutta, da Nord a Sud, sia determinata a sostenere il comune cammino contro le mafie.

Potrebbe interessanti anche:

Il Covid torna a fare paura, 462 casi in Regione; 112 solo a Campobasso

Numeri che tornano a fare paura. Gli esperti parlano di varianti e di guardia ormai abbass…