L’Amministrazione comunale di Capracotta ha avviato dei lavori di ammodernamento della villa comunale, in modo da renderla accessibile anche alle persone che utilizzano ausili per muoversi.

Il punto di gioco inclusivo recentemente installato consente, infatti, l’utilizzo simultaneo di vari gruppi di bambini in differenti zone con sezioni dedicate a particolari età.

È progettato per bambini fino a 12 anni ed è dotato di passerelle con ampiezze tali da permettere il transito anche a passeggini. All’interno vi sono dispositivi che agevolano il coordinamento tra funzioni cognitive e manuali. La superficie di appoggio, realizzata in resina, serve a soddisfare i requisiti di sicurezza anti-trauma con spessore calcolato in base alla massima altezza di caduta,  secondo le norme europee previste per attrezzature di gioco e superfici ammortizzanti.

Non tutti possono fare tutto, ma ci deve essere qualcosa per tutti. Cominciamo da questo principio. – ha commentato il Sindaco Candido Paglione – Le attrezzature installate nella nostra villa comunale sono un primo passo verso un parco giochi inclusivo, in cui tutti i bambini, con le proprie specifiche esigenze in campo motorio o sensoriale, sono in grado di sperimentare in autonomia la piena attuazione dei principi del gioco.

L’accessibilità, un termine che nel tempo si è arricchito di significati quali fruibilità e usabilità, comfort ambientale e sicurezza, ergonomia, non è solo rampe e ascensori, ma riguarda molto di più. È essenziale, per questo, che in un parco pubblico anche le attrezzature ludiche promuovano l’inclusione sociale e incoraggino l’interazione delle diverse abilità di cui sono dotati tutti i bambini.”

Potrebbe interessanti anche:

Il Covid torna a fare paura, 462 casi in Regione; 112 solo a Campobasso

Numeri che tornano a fare paura. Gli esperti parlano di varianti e di guardia ormai abbass…