La dirigenza rossoblu si è riservata l’annuncio del nuovo tecnico entro fine mese. Non ci sono grosse novità a riguardo: a ballare sono i nomi di Guidi, Colucci e Sottili, ma alla dirigenza interessano le caratteristiche. Un allenatore propositivo e motivato in grado di crescere i ragazzi e fare gruppo. Alla stessa stregua di quanto fatto da Cudini nei tre anni di permanenza. La dirigenza chiede tempo e scioglierà la riserva sul nome del tecnico entro fine mese. Un trand che verrà seguito da molte altre società di serie C. Sono vuote per ora tante panchine del girone C e l’oggetto del desiderio di molti dirigenti sembra sia Bruno Caneo, ex Turris, da qualche ora accostato concretamente alla panchina del Foggia. L’avventura con Zeman è destinata ad interrompersi dopo solo un anno. Lo stesso Avellino vorrà resettare tutto salutando una buona fetta di giocatori della scorsa stagione e ripartendo, probabilmente, da Massimo Rastelli. Proprio stamattina la stampa irpina ha aggiunto pure i nome di Serse Cosmi per la panchina dei lupi avellinesi. Un nome che si era fatto anche dopo la sconfitta in campionato contro il Monterosi prima della chiamata a Gautieri.

Guidi

Tornando al Campobasso, De Angelis afferma che la società ha le idee chiare e proverà a migliorare quanto fatto lo scorso anno. Non è detto che i giocatori in possesso di contratto biennale rimangano e, viceversa, vada via chi è in scadenza. Il ds vuole un colloquio anche con Bontà e Persia che sarebbero graditi alla dirigenza. Tutto starà a capire le intenzioni dei giocatori. Sembra che Bontà non abbia posto grosse condizioni per rimanere in Molise; con Persia le parti ancora dovranno incontrarsi per provare a trovare una nuova intesa. Chi è un sicuro partente è Di Francesco, di proprietà dell’Ascoli e con un altro anno di contratto con la società marchigiana. Il suo prestito è scaduto. Discorso a parte per l’olandese Bolsius di proprietà della Fermana fino a qualche settimana fa, cioè prima che i marchigiani retrocedessero in serie D per mano della Viterbese. A seguito della retrocessione, il contratto è venuto meno. Di fatto Don Bolsius è un giocatore svincolato che potrebbe interessare alla dirigenza campobassana per quanto mostrato nella sua parentesi in rossoblu. Insomma, quello del Campobasso è un silenzio solo apparente che verrà interrotto dall’annuncio ufficiale del nuovo tecnico che sposerà la causa.

Intanto, la Lega Pro si prepara a riaccogliere una fra Cosenza e Vicenza, avversarie nel play out. Si riparte dall’1-0 dell’andata a favore dei veneti. Calabresi con la migliore classifica, dunque, salvi in caso di vittoria per 1-0. Al San Vito Marulla in palio una stagione intera e una spinta, se vogliamo, anche per la carriera di Francesco Baldini, partito sulla panchina del Catania e catapultato su quella del Vicenza dopo l’esclusione dal torneo dei siciliani. Baldini ha vinto tre partite di fila di cui una contro il Lecce capolista ed è arrivato al play out. Vinto la sfida di andata, stasera potrebbe completare l’opera.

Potrebbe interessanti anche:

Calcio, Lega Pro, in attesa della Covisoc la società rossoblu rassicura sulle pratiche per l’iscrizione.

Il redattore di Youtv Lorenzo Attorresi nel secondo pomeriggio di sabato ha riportato di p…