Anche l’ex Vicesindaco di Agnone Maurizio Cacciavillani si è espresso sulla mancata riapertura del viadotto Sente-Longo che collega Agnone con l’Abruzzo. A sancire la chiusura definitiva del ponte è stata, nelle scorse ore, una relazione ANAS relativa ai danni strutturali inerenti l’opera stradale.

Di seguito, il commento di Cacciavillani: “Apprendo dagli organi di stampa la notizia, per me scontata, che il ponte Sente Longo senza interventi di messa in sicurezza non riaprirà. Adesso l’interrogazione parlamentare diventa veramente l’unica strada percorribile per smuovere le acque nel tentativo di reperire le somme necessarie. Sono pronto a dare il mio contributo alla stesura del testo dell’interrogazione, visto che già ho avuto esperienza in tal senso per quella dell’ospedale S.F. Caracciolo, per giunta andata a buon fine. Sarebbe auspicabile anche la sottoscrizione di un documento dei sindaci da allegare all’interrogazione. Aspettando qualcuno delle istituzioni che si faccia finalmente vivo, resto a disposizione.”

Potrebbe interessanti anche:

Il Covid torna a fare paura, 462 casi in Regione; 112 solo a Campobasso

Numeri che tornano a fare paura. Gli esperti parlano di varianti e di guardia ormai abbass…