Ancora una volta solo Campomarino conquista la bandiera blu per il Molise. Il riconoscimento è assegnato annualmente dalla federazione internazionale Fee, per la qualità delle acque e dei servizi forniti.
Campomarino rientra tra le 210 località italiane selezionate, 9 in più rispetto allo scorso anno. In questa edizione, la 36esima, sono stati 32 i criteri presi in considerazione, uno in più rispetto al 2021: quello dell’impegno sociale e dell’inclusività. La purezza delle acque resta il criterio principale e la certificazione, relativa agli ultimi quattro anni, deve arrivare dalle Agenzie regionali per la protezione dell’ambiente. Premiati anche turismo sostenibile, funzionalità degli impianti di depurazione, gestione dei rifiuti, presenza della raccolta differenziata, valorizzazione del territorio e iniziative messe in campo per i turisti.
“È una grandissima soddisfazione – ha detto l’assessore al Turismo del comune di Campomarino Michele D’Egidio – premiato l’impegno messo in campo per la promozione dei servizi sulle nostre coste e il miglioramento netto della pulizia e della raccolta differenziata. Da dieci anni la bandiera blu sventola sui nostri lidi, è il segnale che stiamo facendo bene”.
“Siamo molto soddisfatti di questa riconferma – ha dichiarato il sindaco di Campomarino Pierdonato Silvestri – Non e’ facile mantenere ogni anno la Bandiera blu. Questo progetto ci impegna tutto l’anno per mantenere gli standard richiesti e preparare l’intera documentazione da presentare”. Ha sottolineato il rammarico per gli altri comuni rimasti senza: Termoli, Petacciato e Montenero di Bisaccia. “Siamo pronti a mettere a disposizione la nostra esperienza – ha proseguito – agli altri amministratori affinche’ tutta la costa molisana diventi Bandiera blu. Se vogliamo crescere dobbiamo fare sistema. Da soli non si va da nessuna parte”. Silvestri ha annunciato per l’estate l’attivazione della “spiaggia agile” con una serie di servizi per i diversamente abili come le sedie Job e il potenziamento del servizio di salvamento anche con l’ausilio dei cani bagnino. “Stiamo mettendo a punto un cartellone ricco di eventi – ha concluso – cosi’ da intrattenere al meglio residenti e turisti”.

Potrebbe interessanti anche:

Usca, Gravina: da Asrem e commissario i sindaci meritano attenzioni concrete

L’intenzione è quella di portare il caso al tavolo della Conferenza dei Sindaci. Lo …