Anche l’Ordine degli architetti della provincia di Campobasso ha sottoscritto la lettera-appello che è stata inviata al presidente del Consiglio Mario Draghi e pubblicata dal Corriere della Sera lo scorso 29 aprile. Un documento sottoscritto da oltre 80mila professionisti che denunciano una situazione definita “insostenibile”. Parlano di “cantieri rallentati, di danni per tecnici e cittadini”. Gli strumenti messi in campo dal Governo per semplificare l’iter legato al super bonus ed ai bonus edilizi, a giudizio degli architetti si sono dimostrati un vero e proprio fallimento. Da qui l’appello, pressante, di una inversione di rotta che preveda una nuova formula per incentivare la fiscalità d’impresa e il rilancio dell’edilizia, settore ormai bloccato da decenni”. Una richiesta condivisa anche da Alessandro Izzi, presidente dell’Ordine della Provincia di Campobasso, secondo il quale non c’è più tempo da perdere, è assolutamente indispensabile ed urgente una maggiore condivisione sia sui bonus edilizi che sulle misure contenute nel Pnrr. “Apriamo tavoli di dibattito, osservatori permanenti di programmazione strategica, gruppi di lavoro per il monitoraggio delle azioni. E’ il momento di attivarsi – ha dichiarato – noi siamo disponibili al confronto costruttivo e operativo che eviti di perdere le preziose opportunità che si presentano, evitando, tra l’altro, anche un’ulteriore e disastrosa paralisi dell’intero settore. Bisogna guardare oltre l’irragionevole burocrazia che ostacola cittadini e professionisti e abbiamo necessità di chiarezza, di misure certe e tempistiche definitive”, ha concluso Izzi.

Potrebbe interessanti anche:

Consiglio comunale di Isernia: Amendola passa al gruppo misto, votata la gestione diretta di IMU, TASI e TARI

Si è aperta con una dichiarazione inaspettata la seduta del Consiglio comunale di Isernia.…