Si parlerà di sanità, nella seduta monotematica di lunedi, 9 maggio, del Consiglio comunale di Campobasso. Una convocazione che era stata chiesta dal sindaco Roberto Gravina al presidente dell’assise civica, Guglielmi che ha accolto l’istanza, trattandosi, tra l’altro, di un tema di strettissima attualità. Ai lavori sono stati invitati a partecipare anche il commissario ad acta alla sanità, Donato Toma ed il suo vice, Giacomo Papa. Per quest’ultimo si tratterebbe tra le prime uscite ufficiali in veste di sub commissario. I vertici della sanità molisana saranno chiamati a dare risposte su alcuni temi rimasti sul tappeto: l’impostazione ed i contenuti del nuovo Pos, il Piano operativo sanitario già illustrati, per altro, nei giorni scorsi nei consigli comunali di Isernia ed Agnone. Manca dunque all’appello la città capoluogo. Al commissario Toma ed al suo vice Papa saranno poste domande ben precise: il ruolo dell’ospedale Cardarelli, che per altro è l’unica struttura regionale in grado di ospitare i malati Covid, quello del Gemelli Molise. Insomma sarà necessario chiarire quale sarà il loro futuro, cosa prevede per entrambe le strutture il nuovo Programma operativo sanitario del quale si sta discutendo, a tutti i livelli. E poi, visto che la pandemia non è finita restano tanti gli interrogativi sulla cosiddetta torre covid, la cui realizzazione era stata annunciata ma che ad oggi resta un progetto solo sulla carta. Il Consiglio comunalè aperto anche alla partecipazione della Consulta socio sanitaria del Comune di Campobasso, dei comitati, e delle associazioni presenti sul territorio. L’inizio dei lavori è fissato per le 8,30.

Potrebbe interessanti anche:

Bufere di neve e visibilità ridotta in Alto Molise, ma i turisti non si scoraggiano

La neve è tornata a cadere anche in provincia di Isernia, precipitazioni più abbondanti in…