Tante emozioni, a Ururi la Carrese della rinascita dopo oltre 2 anni di Covid l’hanno vinta i Giovani che hanno superato i Giovanotti negli ultimi 200 metri, in un momento di concitazione. Molta gente e una gioia infinita, già solo per la possibilità di rivivere la tradizione per eccellenza, l’evento che rappresenta la storia di una comunità. Quest’anno, per motivi tecnici, il carro dei Fedayn ha dovuto rinunciare alla corsa.
Per la prima volta una donna ha dato il via alla Carrese, Laura Greco, sindaco di Ururi, visibilmente emozionata.

Un numero ingente di forze dell’ordine e di volontari. Garantita la sicurezza sul percorso. Alla fine la piazza davanti al municipio si è tinta di bianco-celeste. Ma onore a tutti.

Potrebbe interessanti anche:

Covid: un decesso, 61 nuovi positivi e 308 guariti

L’ultimo bollettino Asrem con i dati Covid in Molise. Da registrare ancora un decess…