La “Maggiolata” di Castel del Giudice, manifestazione che dà il benvenuto alla primavera, è tornata in grande stile. La festa castellana del 1° maggio è riuscita nuovamente a conquistare le strade e le piazze del paese dopo due anni di stop dovuti al dilagare della pandemia da Covid.

Una “Maggiolata” della ripartenza che ha portato sorrisi ed allegria nel borgo. Difatti, il gruppo folklorico “Agnone”, guidato dalla neo-Presidente Maria Teresa Iarusso e dal Presidente della Pro Loco di Castel del Giudice Remo Gentile, si è recato di casa in casa per omaggiare i cittadini con il canto propiziatorio “Ecco il maggio”.

Positiva la risposta dei castellani che hanno offerto svariati doni al gruppo di cantori e danzatori. Le offerte dei cittadini, poi, sono stati portate in Piazza Marconi dove sono state benedette dal parroco Don Nicola Perella. A seguito della benedizione, i presenti hanno avuto modo di degustare le frittate preparate da alcune donne del luogo. Spazio, in conclusione, ad altri balli e canti che hanno animato il caldo pomeriggio castellano.

L’inno alla primavera, ai cicli della terra e ai raccolti di Castel del Giudice si conferma come una delle iniziative più iconiche del centro che, da alcuni anni, ha fatto dello sviluppo sostenibile una via maestra da percorrere verso una radiosa crescita socio-economica.

Le interviste esclusive ai protagonisti della manifestazione andranno in onda su Telemolise (canale 11) in una  puntata di “Viaggio in Molise“.

Potrebbe interessanti anche:

Torna il maltempo su tutta la regione: neve anche in collina e danni causati dal vento forte

Torna il maltempo su tutto il Molise. Dalla notte scorsa disagi per le nevicate e per il f…