Domani il Campobasso comunicherà i primi cambiamenti rispetto alla stagione appena chiusa. Il matrimonio fra la società rossoblu e il duo di tecnici Cudini ed Antognozzi è destinato a chiudersi e nel corso della conferenza indetta ci sarà l’annuncio ufficiale. La dirigenza ha optato per una separazione salvaguardando il bello stile. L’incontro con la stampa per parlare del divorzio da Cudini è stato scelto pure per rendere la decisione delle parti meno traumatica possibile agli occhi di tutti. Discorso diverso per il ds De Angelis che ha già ricevuto un nuovo battesimo da patron Gesuè nel corso dell’ultima puntata di Domenica Sport.
Il motivo della separazione fra il Campobasso e Cudini potrebbe essere presto detto: il tecnico nutre delle ambizioni legittime e certamente le tre buone stagioni in rossoblu con una promozione ed una salvezza gli hanno procurato una grossa vetrina in serie C. Inoltre, l’impressione esterna è che il ciclo sia terminato anche per motivi fisiologici senza grossi dissidi fra le parti. Grazie all’esperienza in rossoblu Cudini è entrato nel novero degli allenatori di serie C, dunque per meriti sanciti dal campo. Al Campobasso l’abilità di aver scovato l’allenatore marchigiano sui campi di quarta serie quando sedeva sulla panchina del Notaresco. Secondo patron Gesuè galeotto fu proprio un Campobasso – Notaresco in cui si imposero allo scadere gli ospiti allenati da Cudini grazie ad un gol di Candellori. L’allenatore marchigiano si discosterà dopo oltre quattro anni da un nucleo storico di calciatori allenati dai tempi del San Nicolò Notaresco: fra questi Dalmazzi, Fabriani, Candellori e lo stesso Bontà.
Già da qualche tempo la società sta sondando il terreno alla ricerca di un nuovo allenatore. Si sono avuti dei contatti sia in Lega Pro che in quarta serie. L’identikit dovrebbe portare ad una figura simile a quella di Cudini: un calcio propositivo e obiettivi raggiunti tramite un gioco votato all’offensiva. Di contro, la squadra non dovrebbe essere soggetta a grossi sconvolgimenti. Anche in seno all’organico cambiamenti naturali, ma non eccessivi. Il lavoro di Cudini e De Angelis ha portato ad una base solida ed affiatata da cui poter ricostruire per il secondo anno di fila in Lega Pro.


La squadra sta vivendo le ultime ore nel capoluogo all’insegna della serenità e spensieratezza. Ieri pomeriggio a selva piana incontro amichevole contro il Campodipietra. Entro domani i calciatori rientreranno nelle città di residenza. Con alcuni la dirigenza ha già fissato un appuntamento per il ritiro agli inizi di luglio.
Serie C pronta ad aprire la lunga e complessa fase dei play che parte domenica primo maggio per terminare domenica dodici giugno. Una cavalcata interessante e laboriosa che porterà fra ben quaranta giorni alla quarta squadra promossa in serie B. Più risicata la fase dei play out che entro due week end proclameranno altre retrocessioni per ogni girone. Ricordiamo che nel girone A è già sceso in serie D il Legnago, nel girone B retrocesso il Grosseto, nel girone C in serie D è tornata la Vibonese.

Potrebbe interessanti anche:

EnergyTime Spike Devils, firma lo schiacciatore Enrico Scarpi

L’Energy Time Spike Devils Campobasso si è assicurata le prestazioni di Enrico Scarpi, sic…