Sono passati due mesi dal ritrovamento del corpo senza vita di Incoronata Sebastiano, l’anziana 72enne di Bojano che era scomparsa da casa il 6 dicembre. Il cadavere era tra i cespugli a pochi metri dalla Statale, in un luogo tutt’altro che isolato e che era stato battuto più volte durante le ricerche. La famiglia di Incoronata continua a chiedere che venga fatta piena luce sull’accaduto, le sorelle non credono che la donna sia morta nel luogo dove è stata trovata e per questo tramite l’associazione Penelope si sono affidate ad un legale, l’avvocato Raffaella Anzivino, che ha subito chiesto informazioni alla Procura e un incontro con il sostituto procuratore che sta seguendo il caso, Vittorio Gallucci. Il caso non è stato archiviato e le indagini saranno chiuse entro agosto, solo allora saranno prese decisioni. Intanto i familiari di Incoronata hanno consegnato al legale un video che loro stessi avevano realizzato nella zona dove poi è stato trovato il corpo senza vita della sorella. Anche loro infatti avevano cercato la donna in quell’area vicina alla statale. Bisognerà ora valutare l’utilità o meno di quelle immagini. L’avvocato ha anche fatto un accesso agli atti dei Vigili del fuoco, chiedendo in particolare di poter visionare i filmati girati in quella stessa zona dalle sofisticate apparecchiature dei pompieri.

Potrebbe interessanti anche:

Dopo due anni di stop dovuto alla pandemia, l’associazione Notti Mediterranee di Roccavivara presenta il programma delle iniziative 2022

Dopo due anni di stop dovuto alla pandemia, l’Associazione Notti Mediterranee di Roccaviva…