9.3 C
Campobasso
domenica, Marzo 3, 2024

Il ministro Lamorgese a Campobasso per firmare protocollo numero unico emergenza 112

AttualitàIl ministro Lamorgese a Campobasso per firmare protocollo numero unico emergenza 112

E’ arrivata intorno alle 11 a Campobasso, in Prefettura, il ministro dell’interno Luciana Lamorgese, accolta dal Prefetto Francesco Antonio Cappetta. Ha presieduto il Comitato provinciale per la sicurezza e l’ordine pubblico con rappresentanti delle forze dell’ordine e di Polizia e della Procura, con il sindaco di Campobasso, il presidente della Provincia. Si è fatto il punto sulle criticità del territorio in base ai dati sulla delittuosità. Lamorgese ha assicurato che si sta lavorando a piani per i rinforzi della sicurezza per l’estate nei punti di maggior afflusso come la costa. Il suo plauso per l’attività di contrasto all’evasione fiscale e a tutti i reati in generale, come lo spaccio. “Grande è l’attenzione al rischio infiltrazioni malavitose dal foggiano, e dalla Campania, zone di confine. Alta deve essere l’attenzione per preservare il territorio. Lo Stato c’è – ha detto – e ci sarà con incontri e azioni concrete.
Credo che, certamente, il territorio vada attenzionato e che la vicinanza alla provincia di Foggia e alla Campania crei un rischio che effettivamente può determinare anche l’inserimento delle organizzazioni criminali in questa regione. Per questo l’importante è avere gli anticorpi, l’importante è fare attività di prevenzione e di controllo del territorio. Non dobbiamo abbassare la guardia – ha concluso – ma essere sempre attenti nel monitoraggio delle situazioni a rischio. Dobbiamo preservare il territorio e per questo manderemo anche rinforzi”.

Poi ha parlato anche di un nuovo protocollo di legalità, che riguarderà le province di Campobasso e Foggia, per il contrasto delle infiltrazioni mafiose relativamente ai lavori per il raddoppio della linea ferroviaria, tra Molise e Puglia, nel tratto Termoli-Lesina, comunicando che sarà presente in prima persona alla firma, a maggio. La data è da definire. “Con le risorse del Pnrr c’è sempre bisogno di attenzione – ha sottolineato – ma in questo caso c’è maggiore necessità di intercettare tentativi di infiltrazione nell’economia legale da parte della criminalità organizzata perchè lì dove ci sono tentativi che vanno a buon fine vuol dire che ci sono anche conseguenze sulla crescita di un paese e noi dobbiamo evitare tutto questo”.

Con il governatore Toma Lamorgese ha siglato un protocollo per l’istituzione anche in Molise del numero unico 112 in attuazione di una direttiva europea. Mancano solo tre regioni in Italia per chiudere il quadro. “Un primo passo” ha detto Toma. Un servizio per i cittadini creato in sinergia con le strutture della Regione Lazio nell’ottica della cooperazione. “Una iniziativa importante che uniforma un sistema che riguarda la sicurezza di chi vive in Italia ma anche di chi viene” è stato spiegato.
“Su tutto il territorio nazionale – ha rimarcato Lamorgese – il servizio di emergenza 112 Numero unico europeo copre attualmente il 65% della popolazione, quasi 35 milioni di abitanti. Hanno aderito finora quasi tutte le regioni italiane, ne mancano 3 e con 2 di queste si è in dirittura d’arrivo. Il numero unico europeo è importante – ha sottolineato ancora durante la visita a Campobasso – perchè innanzitutto consente di intervenire immediatamente, con questo numero si crea un filtro delle varie richieste e direttamente la telefonata viene smistata a seconda del tipo di emergenza in corso. Credo che il 112 Nue – ha concluso il ministro – rappresenti il segno di quelli che sono i principi di coesione, di solidarietà e anche di integrazione delle varie strutture”.

Lo stato di emergenza è finito ma il Covid circola. Saranno rafforzati in questo periodo pasquale di maggiore mobilitò, sul territorio e sui confini. Sul fronte accoglienza profughi dall’Ucraina non ci sono particolari criticità. Sono 92mila quelli arrivati e la maggior parte in strutture di privati per i quali si prevedono sostegni.

Ultime Notizie