È in partenza un nuovo progetto realizzato dagli operatori della Comunità di Riabilitazione Psicosociale “La Conca” di Agnone. Si tratta dell’iniziativa “Una voce per amico”, ovvero dei momenti di lettura a telefono per far sentire i fruitori del servizio meno soli.

Leggere è aprire la mente. Con essa ciascun pensiero diventa più ampio, ricco e ogni persona diviene più ricettiva. Leggere è immedesimazione, è vivere le storie come se fossero le proprie, è cercare di capire, interpretare, prevedere, andare oltre. Il progetto ‘Una voce per amico’ nasce con l’idea di creare incontri tra persone, attraverso la lettura: trascorrere del tempo insieme, al telefono, con le persone che sono sole. I ragazzi della CRP ‘La Conca’ di Agnone, come volontari, in stretta collaborazione con l’Amministrazione comunale, propongono l’iniziativa ‘Una voce per amico’, un progetto di lettura al telefono: un modo per diffondere cultura e creare relazioni. – hanno spiegato dalla Comunità di Riabilitazione Psicosociale – L’iniziativa può essere realizzata grazie alla presenza, sul nostro territorio, di una storica biblioteca, ubicata presso il monumentale Palazzo San Francesco, che custodisce più di 60000 volumi di vario genere. La lettura avviene a distanza e al telefono. Ogni settimana, un volontario sceglie, insieme al fruitore del servizio, il libro o la storia che vuole gli venga letto, in base ai suoi gusti: 20 minuti, ma anche molti di più, di compagnia telefonica, di lettura e di chiacchiere. Diventa questo un canale di comunicazione per sentirsi più vicini, meno soli.

Potrebbe interessanti anche:

Elezioni politiche, in Molise parte la sfida in rosa

Una sfida nella sfida, è quella che si appresta a vivere il Molise alle prossime elezioni …