Ancora tante incertezze sul progetto della Gigafactory e sui tempi di realizzazione della fabbrica di batterie elettriche a Termoli.

I sindacati vogliono vederci chiaro e capire come s’inserirà la realizzazione della Gigafactory nelle politiche industriali, per questo le segreterie nazionali insieme a quelle territoriali hanno richiesto un incontro ai vertici aziendali e anche al Ministero dello Sviluppo Economico.

Il numero uno di Stellantis, Carlo Tavares si era detto disponibile a un incontro con le sigle sindacali, dal 23 marzo giorno della firma ufficiale dell’accordo non è arrivata nessuna comunicazione.

Il settore dell’automobile è già stato messo a dura prova dalla pandemia e dalla carenza di microprocesssori, che ha costretto molti reparti a lunghi periodi di cassa integrazione, solo per il mese di marzo si è registrato un calo della produzione del 30%.

Per i sindacati è urgente capire quali saranno le misure che verranno messe in campo per tutelare i lavoratori durante il periodo di realizzazione della Gigafactory.

Potrebbe interessanti anche:

Covid: 143 nuovi positivi, un ricovero e 224 guariti

I dati Covid adesso con il bollettino dell’Asrem. Sono 143 i nuovi positivi riscontrati in…