Il Tribunale Amministrativo Regionale si è pronunciato sul ricorso presentato nei mesi scorsi dal dottor Cosimo Dentizzi che aveva deciso di diffidare il Comune di Campobasso, affinché provvedesse, anche in autotutela, alla revoca dell’atto di rimozione dall’incarico di rappresentante del Comune in seno al Consiglio di amministrazione della casa di riposo Pistilli di Campobasso dello stesso Dentizzi. I giudici amministrativi hanno dato ragione al Comune di Campobasso e al sindaco Gravina, confermando che non ci sono ragioni di urgenza per sospendere il decreto sindacale con il quale si è rimosso dal suo incarico il dottor Dentizzi.

“Il decreto sindacale risulta, pertanto, seppur ad un esame sommario tipico della fase cautelare voluta dal ricorrente – afferma l’amministrazione comunale in una nota -, privo di elementi tali da far ritenere che la revoca dall’incarico fiduciario di Dentizzi fosse illegittima o tale da procurare all’interessato e alla Pistilli, danni gravi e irreparabili”. L’Amministrazione comunale conta ora di procedere in tempi rapidi alla nomina di un nuovo Consiglio di Amministrazione.

Potrebbe interessanti anche:

Tragico incidente a Poggio Sannita: uomo di Agnone muore investito dalla sua auto

Tragico e sfortunato incidente nell’agro di Poggio Sannita. Un anziano di Agnone si era so…