A partire dal 23 marzo e per ogni mercoledì all’Ospedale San Francesco Caracciolo di Agnone sarà possibile effettuare interventi di chirurgia semplice. La conferma, dopo l’annuncio risalente alle scorse settimane, arriva dal Sindaco del centro altomolisano Daniele Saia che ha comunicato la notizia di via libera dell’Asrem tramite una nota:

Dopo una lunga attesa finalmente arrivano buone notizie per l’Ospedale San Francesco Caracciolo di Agnone. L’Asrem ha predisposto le attrezzature necessarie per svolgere interventi di chirurgia semplice presto la nostra struttura ospedaliera. Dal 23 marzo prossimo e per ogni mercoledì dalle 8 alle 14, quindi, la day surgery agnonese sarà realtà.

Presteranno servizio presso il Caracciolo anche due medici chirurghi agnonesi, ovvero Ettore e Felice Andrea Iavicoli che ringraziamo per la disponibilità insieme a tutto il loro pool. Il risultato della day surgery arriva a seguito degli incontri intercorsi tra l’Amministrazione comunale, il dg Asrem Oreste Florenzano e il Commissario alla Sanità Donato Toma. Un risultato importante che non deve di certo essere visto come unico traguardo. Difatti, continueremo a lavorare affinché il Caracciolo possa tornare ad ottenere ulteriori servizi essenziali per un’Area Interna come la nostra. Anche in un momento difficile, in cui tutto appare scontato e già scritto, abbiamo il compito di non fermarci mai e batterci per quello che ci spetta. Alle parole, in materia di sanità come in ogni altra materia, vanno associati risvolti empirici, fatti. Ed è proprio questo il nostro modus operandi: lavorare silenziosamente, associando concretezza alle parole, affrontando e superando di volta in volta le problematiche che ci si pongono dinnanzi. Il nostro lavoro sull’ospedale continuerà in questa ottica positiva e propositiva in quanto non è tempo di scoraggiatori e critici militanti; è tempo di rimboccarsi le maniche e difendere con forza tutti insieme i nostri diritti.

Potrebbe interessanti anche:

Edili: il Tar sospende il prezzario regionale, l’Acem scrive agli enti appaltanti

A seguito della sospensione del prezzario regionale delle opere edili disposta dal Tar Mol…