La Polizia di Campobasso, al termine di specifiche indagini portate avanti dalla Diogos, ha denunciato 15 stranieri per aver percepito, senza averne diritto, il reddito di cittadinanza. Sono stati tutti deferiti alle Procure di Campobasso e Larino, competenti territorialmente in base agli uffici del Caf nei quali erano state presentate le domande. Il danno erariale ammonta a circa 100mila euro. In due casi si tratta di persone che hanno dichiarato falsamente di risiedere in Italia da più di dieci anni, requisito indispensabile per accedere al beneficio. Per gli altri 13 casi la denuncia è scattata per false dichiarazioni rese in merito al permesso di soggiorno. I denunciati, oltre a dover restituire quanto indebitamente percepito, rischiano una pena da 2 a 6 anni di reclusione. Per tutti è scattata anche la segnalazione all’Inps per la decadenza del sussidio e per il recupero delle somme indebitamente percepite.

 

Potrebbe interessanti anche:

Dopo due anni di stop dovuto alla pandemia, l’associazione Notti Mediterranee di Roccavivara presenta il programma delle iniziative 2022

Dopo due anni di stop dovuto alla pandemia, l’Associazione Notti Mediterranee di Roccaviva…