Il Consigliere di minoranza di Poggio Sannita, Tonino Palomba, ha espresso in una nota il suo profondo rammarico in merito alla mancata partecipazione dell’Amministrazione comunale al bando sui borghi che avrebbe potuto finanziare un progetto di rigenerazione da 20 milioni di euro.

Di seguito, le parole riportate da Palomba: “Il gruppo di minoranza UXPS, appreso a mezzo stampa che Poggio Sannita non è fra i 32  comuni molisani, candidati all’avviso in oggetto nel quadro del ‘progetto pilota per la  rigenerazione culturale, sociale ed economica dei borghi caratterizzati da un indice di  spopolamento progressivo rilevante’ che premia con un finanziamento di 20 milioni di euro un  comune vincente per ogni regione italiana, rappresenta quanto segue. Tenuto conto che la realtà cittadina sarebbe stata pienamente rispondente agli indici che  connotavano le valutazioni del progetto, a cominciare dai livelli di spopolamento, ma anche  per i significativi aspetti del patrimonio artistico, religioso, urbanistico e della civiltà contadina,  come per le risorse paesaggistiche, ambientali e rurali, completando il quadro con le  potenzialità del comparto agroalimentare e le sue eccellenze sempre in attesa di una  definitiva valorizzazione. Fermo restando che, anche in caso di mancato successo, la progettazione, le idee progettuali,  gli studi e quant’altro messo in campo – facendo auspicabile ricorso ad un pool di tecnici e  consulenti locali – poteva essere candidato ad altre opportunità di finanziamento in ambito  PNRR, a cominciare dalla verifica di possibili interventi legati alla “Linea di azione B” dell’avviso  del MiC (in scadenza il 15 marzo) e/o utilizzato per la futura programmazione pluriennale  dell’Ente. Nell’esprimere, a nome mio personale e del gruppo consiliare di minoranza UXPS, le più vive  congratulazioni al Sindaco, all’Amministrazione e alla cittadinanza di Pietrabbondante,  vincitori con merito per la regione Molise, con il progetto denominato ‘Pietrabbondante, un  angolo di mondo fra cielo e terra’, palesiamo il nostro rammarico per la mancata  partecipazione di Poggio Sannita che avrebbe potuto fregiarsi di un titolo forse anche più  originale ed efficace dal punto di vista comunicativo, quella tutta nostra “Aria di Caccavone,  aria gentile”, straordinaria massima che in tre parole racchiude in se storia, cultura,  patrimonio naturale e caratteriale del paese …peccato! 

Pertanto in considerazione di quanto sopra riportato, senza mettere in dubbio che Sindaco e  Amministrazione Comunale fossero informati su termini e modalità dell’avviso del MiC, con la  presente il gruppo di minoranza UXPS chiede di essere messo al corrente (e con esso la cittadinanza) delle ragioni per le quali non si è  inteso formalizzare la manifestazione di interesse per l’avviso in oggetto, da noi considerata  straordinaria e irripetibile occasione (persa) di rilancio e sviluppo del paese.

Potrebbe interessanti anche:

Meteo, domenica con allerta gialla sul Molise

La Protezione civile regionale ha diffuso un bollettino meteo con criticità gialla per dom…