Pubblico di fede rossoblu chiamato a raccolta per la sfida prevista domenica contro il Messina. A Selvapiana è in programma una partita che può essere decisiva ai fini dell’obiettivo stagionale. La salvezza diretta passa, anche, dai novanta minuti da giocare contro i siciliani guidati da Enzo Raciti. Nell’arco di una stagione ci sono gare che possono cambiare il destino o gli esiti del percorso, dal punto di vista della classifica ma in particolare sotto il profilo mentale. Vincere contro i giallorossi significherebbe tanto per i lupi di Cudini, la spallata potrebbe essere decisiva; discorso ovviamente da fare al contrario per il Messina. Ottimo il cammino delle due squadre nel girone di ritorno, 12 punti in 8 gare per i rossoblu, 15 in 10 incontri per il team dello stretto. Bottini in assoluta media salvezza diretta, per entrambe la soddisfazione, unica ed in condivisione, di aver violato il San Nicola di Bari. Da domenica parte un ciclo decisivo per il campionato, la prossima settimana è previsto il turno infrasettimanale che vedrà coinvolte tutte le squadre del girone C. Il campionato si gioca ora, il pubblico campobassano è pronto a sostenere ancor di più la squadra in questa sfida importantissima per preservare la Lega Pro. Nessuna novità dall’infermeria, Cudini valuta la conferma del 4-3-1-2 con l’utilizzo di tutti e 4 i centrocampisti “titolari”. Da non escludere l’utilizzo del tridente, Rossetti e Liguori sono certi del posto, in caso di attacco a tre ballottaggio tra Di Francesco e Merkaji.

Sul girone C, ieri pomeriggio si è recuperato il secondo tempo tra Vibonese e Taranto, gara interrotta sullo 0 a 0 al quinto della ripresa lo scorso 15 febbraio. Ebbene a sorpresa la squadra calabrese si è imposta 1 a 0, a decidere il match la rete di Curiale a 20′ dal termine. Bravo l’attaccante di casa ad avventarsi sull’assist di Golfo e a siglare la rete che riaccende le speranze della Vibonese, ora distante solo 4 punti dalla Fidelis Andria penultima. Altro passo falso del Taranto che resta a 35 in classifica con 3 punti di vantaggio sul Messina, i pugliesi devono però recuperare una partita, precisamente contro il Palermo il prossimo 30 marzo.

Segnaliamo che ieri si è giocata anche la finalissima d’andata della Coppa Italia di serie C. La prima sfida tra le due big del girone A è terminata sul risultato di 0-0. Partita equilibrata e con diverse occasioni da rete allo stadio Euganeo. Pareggio giusto al termine dei novanta minuti di gioco, il tutto si deciderà nella gara di ritorno, in programma il prossimo 6 aprile allo Stadio Druso, tana del Sud Tirol. 

Potrebbe interessanti anche:

Calcio a 5, Cln Cus Molise, l’under 19 conquista il derby con lo Sporting Venafro

SPORTING VENAFRO 2 CLN CUS MOLISE 10 (primo tempo 1-6) Sporting  Venafro: Pascale, Fetta, …