Solidarietà ai cittadini ucraini fuggiti dalla guerra, il Comune di Trivento avvia la ricognizione delle strutture private per l’accoglienza. Il primo cittadino, Pasquale Corallo, con una nota rivolta ai cittadini, chiede a chi volesse mettere a disposizione un alloggio di proprietà per ospitare i cittadini ucraini, in un’ottica di solidarietà e di accoglienza, può manifestare la propria volontà contattando la struttura comunale mediante la Pec: protocollo.trivento@pec.it Al fine di predisporre un piano di accoglienza armonico a livello regionale, è stata la Prefettura di Campobasso, con una nota precedente e con oggetto “Accoglienza dei cittadini ucraini”, a chiedere a tutte le amministrazioni comunale una ricognizione di strutture alloggiative, idonee per soluzioni di accoglienza che tengano conto in particolare, della prevalenza, tra i cittadini in ingesso, di donne e bambini. La situazione in Ucraina sta precipitando, le forze armate russe sono oramai entrate a kiev e tra le vittime aumenta sensibilmente il numero dei civili.  La richiesta di aiuto si fa sempre più pressante, numerose sono le iniziative e le espressioni di solidarietà del popolo italiano.

Potrebbe interessanti anche:

Sanità, dopo Gemelli e Neuromed prende posizione anche Villa Maria: stop ai ricoveri e pazienti dimessi

Dopo il Gemelli ed il Neuromed arriva la presa di posizione della casa di cura Villa Maria…