Lo avrebbe notato un pastore, seminascosto dai rovi. Il corpo in evidente stato di decomposizione quello di una donna, ai margini del ciglio della statale 87, distante qualche centinaio di metri dal centro di Bojano.
Una volta dato l’allarme, lungo la strada si è subito formata una piccola folla tra Vigili del fuoco, Carabinieri e ambulanze. Proprio in quella stessa zona all’indomani del 6 dicembre, erano cominciate le ricerche di Incoronata Sebastiano, la donna di 72 anni che non aveva dato più notizie di sé.
L’avevano cercata per settimane, dopo che a dare l’allarme era stata una vicina di casa. A Bojano erano arrivate anche le sorelle della donna, che vivono fuori dal Molise e del caso si era occupato anche Chi l’Ha Visto. Per settimane la zona era stata battuta metro per metro, anche con i cani e i droni, senza alcun risultato.
Dopo giorni, le ricerche erano state sospese, sia per le cattive condizioni del tempo che per le speranze sempre più ridotte di trovare la donna viva.
Una circostanza fortuita ha consentito il ritrovamento del cadavere della donna. I rilievi dei Carabinieri ora dovranno stabilire da quanto tempo il corpo si trova nel posto in cui è stato ritrovato. Un posto, lo svincolo per Termoli, dove i soccorritori sono più volte passati. Da quanto si è appreso sembra che la donna sia addirittura riconoscibile, una circostanza che poco si concilia con il tempo trascorso dalla sua scomparsa. Accanto al corpo anche una borsa bianca. Il giallo sul ritrovamento di Incoronata Sebastiamo è appena iniziato

Potrebbe interessanti anche:

Dopo due anni di stop dovuto alla pandemia, l’associazione Notti Mediterranee di Roccavivara presenta il programma delle iniziative 2022

Dopo due anni di stop dovuto alla pandemia, l’Associazione Notti Mediterranee di Roccaviva…