Il Comune di San Pietro Avellana non ha presentato alcun progetto relativo al bando di rigenerazione dei  borghi. La “Linea A” dell’avviso, rientrante negli interventi del PNRR, avrebbe potuto far ottenere al centro altomolisano ben 20 milioni di euro in caso di vittoria.

A riguardo non è mancato l’affondo del gruppo di minoranza in Consiglio comunale che si è scagliato in una nota su Facebook contro l’Amministrazione guidata dalla Sindaca Simona De Caprio: “20 milioni per un progetto di rigenerazione urbana: scaduta la presentazione delle domande, San Pietro Avellana non c’è.

Persi tra l’accensioni di luci, misurazioni di rotonde e scaricabarili vari, gli amministratori non hanno fatto in tempo a presentare un progetto. Eppure Capracotta, Pescopennataro, Agnone, Castel del Giudice ( solo per citarne alcuni vicini) lo hanno fatto, e si giocano una partita che potrebbe cambiare in meglio i Comuni. Quanta poca ambizione! Quanta scarsa visione! Quanta ‘pochezza’ amministrativa! Che brutta fine. San Pietro non mancava mai! Era sempre il primo a presentare i progetti prima. Ma forse la nostra Sindaca è impegnata a fare articoli di giornale dove si intesta i meriti di finanziamenti ( 70.000€ ai Comuni montani) per i quali l’assegnazione era stata già fatta a luglio 2021. Troppo facile così.”

Potrebbe interessanti anche:

Le fiere storiche al santuario di Canneto soppresse, il Gruppo di minoranza “Insieme per Roccavivara” prende le distanze

Le Fiere storiche al santuario di Canneto soppresse, il Gruppo di minoranza “Insieme per R…