Contrastare l’aumento delle bollette energetiche e il caro trasporti istituendo un fondo straordinario, destinato ai nuclei familiari meno abbienti e alle piccole e medie imprese molisane. È quanto ha chiesto il Movimento 5 Stelle in Molise con una mozione depositata in Consiglio regionale. “A risentire maggiormente dei rincari – evidenziano i consiglieri del Movimento – sono le famiglie a basso reddito, ma anche imprese e artigiani. Molti di questi potrebbero essere addirittura costretti a chiudere le attività, se non si interviene mitigando l’impatto dell’aumento dei costi. Il quadro generale, insomma, parla di una vera e propria emergenza sociale, che rischia di far collassare il nostro tessuto economico già alle prese con la mancanza di lavoro e con i costi delle materie prime lievitati alle stelle”.
Per questo secondo i 5 Stelle è necessario intervenire “con misure concrete da mettere in campo repentinamente anche a livello regionale e quella di istituire un fondo straordinario appare la più percorribile”. I consiglieri hanno chiesto al presidente della Regione Donato Toma di trovare risorse in grado di ridurre il caro-vita, ripartendo i fondi da individuare con criteri di ordine reddituale. Ed ancora, di farsi portatore di questi problemi, già discussi in Conferenza Stato-Regioni e sui tavoli ministeriali competenti, “in modo da trovare soluzioni che possano essere valutate a seconda delle differenti esigenze territoriali”.

Potrebbe interessanti anche:

Elezioni Politiche, a Trivento il 55% dei votanti è di centrodestra. Primo partito Fratelli d’Italia con quasi il 24% degli elettori a seguire Forza Italia. Il 18% dell’elettorato al centrosinistra, 13% Movimento 5 stelle

Sono stati in totale 1.981 gli elettori che si sono recati alle urne di via Acquasantianni…