Allo stadio “Torre” di Pagani per il Campobasso la partita potrà avere un sapore simile a quella di circa due settimane fa ad Andria. I rossoblu avranno tutto l’interesse ad aumentare ovvero a lasciare inalterato il prezioso piu’ quattro sui campani. Un ragionamento cinico può portare a dire che ogni risultato della partita di sabato permetterà al Campobasso di mantenersi al di sopra della Paganese di mister Grassadonia, ma è chiaro che non sarà possibile fare in campo questo tipo di calcoli. Cudini avrà i suoi grattacapi di formazione: Menna, Persia e Tenkorang hanno ricevuto un turno di squalifica. Per Tenkorang il giudice sportivo ha parlato nel comunicato di condotta irriguardosa nei confronti dell’assistente arbitrale numero 1 a cui rivolgeva anche frasi irriguardose. Cudini dovrà inventarsi di sana pianta il reparto mediano che, almeno sulla carta, non potrà contare su avvicendamenti in grado di modificare l’inerzia della partita così com’è in grado di fare Tenkorang. Dalmazzi e Merkay hanno sofferto per un affaticamento muscolare. I due si stanno allenando in gruppo, ma lo staff si riserva una valutazione quotidiana prima di decidere con certezza se impiegarli sabato a Pagani. Il Campobasso che non ha sbagliato una prestazione nel nuovo anno ed è anche imbattuto, ha dimostrato di essere capace di farsi forte nei momenti di difficoltà. Non da ultimo l’esempio di Taranto quando i rossoblu si sono presentati senza i due centrali difensivi solitamente titolari, Menna e Dalmazzi.

Bolsius

La Paganese ha destinato duecentocinquanta biglietti alla tifoseria rossoblu. Che si sta attrezzando per la trasferta. Per ora un centinaio di tifosi del Campobasso hanno già opzionato il biglietto per la partita in provincia di Salerno. La tifoseria del Campobasso certamente non è seconda a nessuno per attaccamento alla causa, passione e seguito. Un esempio? Il boato assordante di Selvapiana al gol segnato domenica da Emmausso.
Novità sulla capienza degli stadi attualmente limitata alla metà. Il ministro Speranza e il sottosegretario allo sport Valentina Vezzali stanno lavorando per giungere gradualmente ad una capienza del 100% a stretto giro. Tale obiettivo dovrebbe essere raggiunto a step: già dal primo marzo si dovrebbe passare al 75% della capienza fino ad arrivare nel giro di qualche settimana fino al massimo possibile. Fermo restando che i numeri dell’emergenza sanitaria devono rimanere in calo come quelli attuali.

Potrebbe interessanti anche:

Cus Molise, grande successo per l’iniziativa “Una schiacciata alla violenza”

E’ stato un successo il triangolare di volley ‘Una schiacciata alla violenza’ che si è svo…