Il primo marzo è la data di presentazione del piano industriale, ma ad oggi non ci sono certezze sulla realizzazione della Gigafactory a Termoli.

Dall’otto luglio dello scorso anno quando Stellantis annunciava la realizzazione della fabbrica di batterie nella città adriatica non è ancora arrivata una conferma, ma anzi sono sempre più insistenti le voci che sia scesa in campo la Spagna come concorrente.

A Termoli si sta giocando una partita decisiva, non solo per il futuro della fabbrica di motori Stellantis e per i suoi dipendenti ma per l’intera industria dell’auto italiana” cosi ha dichiarato Gianluca Ficco segretario nazionale della Uilm.

L’atteggiamento del Governo non rassicura, anzi -continua Ficco- è palese la sua disattenzione per le vicende industriali e la sua ostilità verso il settore dell’auto che rappresenta il primo comparto industriale.”

La Uilm non resta ferma ad aspettare ma continuano le azioni di pressione con le istituzioni e le associazioni delle imprese e propongono interventi immediati: incentivi strutturali per le auto elettriche, istituzione di una cassa speciale per far fronte alla mancanza di microchip e investire una parte del PNRR per incentivare gli investimenti industriali per la transizione energetica.

Come Uilm stiamo continuando a firmare accordi preziosi per il futuro delle fabbriche- ha concluso Gianluca Ficco- siamo pienamente consapevoli che la sfida della transizione energetica non possiamo vincerla da soli. Se il Governo decidesse di uccidere l’industria dell’auto un tale delitto politico, economico e sociale non potrebbe passare sotto silenzio. Per sventarlo è essenziale costringere la politica ad assumersi le proprie responsabilità.”

Insomma il tempo scorre velocemente e il destino di 2.500 famiglie è appeso a un filo, per Francesco Guida segretario territoriale della Uilm, ”Bisogna fare presto, mancano esattamente 30 giorni, tutta la politica, il sindacato, le associazioni non possono prescindere da questa situazione ne va del futuro di tutto il territorio. Gli impegni presi da Stellantis devono essere mantenuti.io. Gli impegni presi da Stellantis devono essere mantenuti.

Potrebbe interessanti anche:

Covid, tornano a salire i nuovi casi. Ma aumenta il numero dei guariti

Torna a salire il numero dei contagi in Molise, con 235 nuovi casi, di cui 58 a Campobasso…