Non c’è pace, oltre che spazio, per le pari opportunità in Molise. Dopo la controversa elezione della Consigliera di Parità (con la sostituzione dell’avv. Cennamo con l’avv. Calabrese) che ha visto la levata di scudi delle opposizioni in Consiglio regionale, adesso arriva un’altra tegola su un sistema che evidenzia, purtroppo, molti limiti. Parliamo della Commissione regionale di Parità e di Pari opportunità della Regione Molise, organismo consultivo la cui voce ha titolo e competenza nelle materie di riferimento. Nell’ultima riunione della Commissione è pervenuta da parte della maggioranza dei commissari la richiesta di dimissioni dell’attuale presidente dell’organismo: Maria Grazia la Selva. Alla base della richiesta, secondo quanto affermano i richiedenti in una nota, ci sarebbe “un sostanziale blocco delle attività dovuto ad una gestione monocratica, antidemocratica e non collegiale”. “Le difficoltà, emerse da tempo, – scrivono ancora i commissari – hanno provocato la mancata realizzazione delle iniziative programmate per l’anno 2021 e non hanno consentito di condividere e approvare la Programmazione per il 2022,da presentare al Consiglio Regionale entro il 30 Novembre. La richiesta di dimissioni avanzata è motivata dalla necessità di rimuovere gli ostacoli che impediscono alla Commissione di operare secondo le finalità egli obiettivi che le sono propri”.

Potrebbe interessanti anche:

Covid: un decesso, 61 nuovi positivi e 308 guariti

L’ultimo bollettino Asrem con i dati Covid in Molise. Da registrare ancora un decess…