Due furti nell’isernino, uno a Colli e uno a Isernia: sei i malviventi nei guai. Una banda di quattro stranieri è finita nella rete dell’Arma grazie all’intervento di un cittadino che, sentendo dei rumori in casa sua in giardino, ha iniziato a urlare, chiedendo chi fosse all’interno della sua abitazione. Immediata la fuga dei quattro, che appena si sono accorti di essere stati beccati sono scappati su una Fiat 500 grigia. L’uomo ha immediatamente allertato le forze dell’ordine, indicando modello dell’auto ai Carabinieri del Comando Provinciale di Isernia.

I militari del Nucleo Operativo e Radiomobile sono, così, riusciti ad intercettare l’auto all’altezza di Fragnete, trovando vari attrezzi da scasso, tra cui un martello, un cacciavite, una torcia elettrica, guanti di gomma e numerose chiavi per porte di vari modelli.

Oltre ad guidare l’auto senza assicurazione, il conducente non aveva neppure la patente di guida, che gli era stata revocata. Non solo, sui malviventi pendeva già un foglio di via obbligatorio con divieto di ritorno nel Comune di Colli.

Ma non finisce qua. Altre due presunte ladre sono finite nei guai. Due donne avevano rubato capi di abbigliamento in un negozio isernino, ma non si erano accorte di essere state immortalate dal sistema di videosorveglianza. I militari della stazione di Isernia hanno confrontato i volti delle due donne con quelli che avevano già in possesso e, hanno sottoposto le immagini all’attenzione degli addetti alle vendite, che le hanno riconosciute senza alcun dubbio. Per questo le due malviventi sono state segnalate all’Autorità Giudiziaria per il reato di furto aggravato in concorso.

Potrebbe interessanti anche:

“Bentornata Gardensia”, fermiamo la sclerosi multipla con un fiore. L’invito del responsabile regionale Gino Donatelli di Trivento

“Bentornata Gardensia”, fermiamo la sclerosi multipla con un fiore. L’invito del responsab…