La Lega Nazionale Dilettanti ha finalmente varato il protocollo Sanitario anti Covid da applicare alle Società dilettantistiche partecipanti ai campionati 2021/2022 al fine di disciplinare lo svolgimento dell’attività nell’ipotesi in cui sia accertata la positività al virus di uno o più calciatori tesserati per le squadre partecipanti al campionato regionale di eccellenza. La circolare predisposta dalla LND, oltre a dettare il nuovo protocollo sanitario, contiene anche il facsimile sul quale riportare l’elenco del gruppo squadra dove bisognerà indicare le qualifiche (dirigenti e tecnici), dati anagrafici dei calciatori, specificando quali sono gli Juniores e quali i portieri. Tale modulo deve essere restituito e firmato dal legale rappresentante della Società entro la data odierna. Allegato alla circolare anche il fac simile della dichiarazione che prima di ogni gara il responsabile sanitario/dirigente accompagnatore di ogni squadra dovrà consegnare al pari grado della squadra avversaria, attestante il rispetto da parte di tutto il gruppo squadra delle prescrizioni sanitarie previste dal protocollo.

Il Comitato Regionale Molise ha tenuto a precisare che, in virtù delle facoltà concesse dalla LND, ha deciso di aumentare di una unità, per ciascun campionato, il numero minimo di calciatori positivi (regolarmente certificati) necessario per poter richiedere il rinvio della gara. Analizzando nello specifico il protocollo è stato disposto che, nell’eventualità in cui uno o più calciatori/staff/dirigenti della squadra risultino positivi al virus, la Società ha l’obbligo immediato di porre in isolamento i soggetti interessati avvisando la competente Autorità sanitaria, isolando al contempo tutti coloro che sono stati individuati come contatti stretti ad alto rischio. In questo caso la Società dovrà comunicare al comitato Molise, a mezzo PEC, il soggetto o i soggetti risultati positivi o che siano stati posti in isolamento. La gara sarà regolarmente disputata qualora il numero di calciatori positivi non sia superiore alle 5 unità. In caso venga superato tale limite la Società dovrà inviare comunicazione al Comitato Regionale entro e non oltre le 24 ore precedenti per ottenere, espletate le opportune verifiche al rinvio della gara. Il protocollo prevede un’ulteriore precisazione sul numero minimo di calciatori positivi per ottenere il rinvio della gara ufficiale. È necessario, come già detto, avere un numero di positivi superiore a 5 unità oppure è necessario che tra i cinque calciatori positivi ci siano più di un portiere o vi siano tre under tra cui uno nato nel 2001 e due calciatori nati nel 2002.

Potrebbe interessanti anche:

Kung Fu, Barbarisi centra il doppio agli europei. Continua il buon lavoro al Cus Molise

Arrivano altre due medaglie dai campionati europei di kung fu wushu grazie ad Alfonso Barb…