Cus Molise protagonista a Sabaudia in occasione del convegno ‘Lo Sport universitario non vuole barriere, il Cusi c’è”. Tre giorni (20, 21 e 22 gennaio) di grande lavoro per tutti i Centri Universitari Sportivi che si sono ritrovati da tutta Italia per fare il punto della situazione e soprattutto il bilancio per quanto concerne i progetti di sport e inclusioni avviati dal 2018 ad oggi, voluti fortemente proprio dal Centro Universistario Sportivo Italiano.  Il tutto senza dimenticare il futuro con all’orizzonte nuovi importanti progetti i rampa di lancio. Il Cus Molise rappresentato dal presidente Rivellino e dal Professor Germano Guerra, ha ricevuto riconoscimenti per l’ottima riuscita di tre iniziative che hanno visto al centro dell’attenzione i diversamente abili: Spin, Siamo Sport e Spinability. Iniziative  di grande rilevanza  coordinate da Marco Sanginario che hanno condotto l’ente di viale Manzoni in prima linea nella gestione e nella promozione dello sport rivolto ai disabili e non solo. Grazie al grande lavoro in sinergia svolto da istruttori qualificati e collaboratori, i risultati ottenuti hanno avuto una risonanza nazionale, premiando lavoro passione e sacrificio di una struttura da sempre attenta ad ogni aspetto sportivo e della vita sociale. “Sono stati tre giorni importanti – argomenta l’istruttore Gabriele Candela – il grande lavoro da parte del Cusi ha avuto un ottimo riscontro. Il Cus Molise, in questi anni ha dimostrato grande qualità nello svolgere le attività rivolte ai disabili e grande attenzione nel promuovere su tutto il territorio, a più  riprese, iniziative di vario genere che hanno premiato l’ottimo lavoro di squadra. Lo sport e l’inclusione viaggiano di pari passo e in questi anni sono state gettate le basi per costruire qualcosa di ancora più importante in futuro”.

 

 

Potrebbe interessanti anche:

Calcio, Lega Pro, Giugliano promosso dalla D. Proiezioni sul nuovo girone C

Siamo oltre la metà di maggio, il campionato si è chiuso da circa un mese, la società ross…