“Condividiamo la necessità di porre dei paletti contro eventuali frodi, ma modificare in corso d’opera norme precedenti non fa altro che creare confusione e incertezza con gravi ricadute su contratti in essere e cantieri già aperti”. Lo dichiara il presidente Ance Molise Pompilio Sciulli in riferimento alla norma contenuta nel Dl Sostegni ter che prevede una sola possibilità di cessione dei crediti legati ai bonus edilizi, a partire dal Superbonus 110%.

“Modificare l’attuale meccanismo di cessione del credito sarebbe uno schiaffo per i cittadini e per tanti imprenditori onesti – dice Sciulli – Il rischio è avere un impatto devastante su famiglie e imprese e bloccare un settore come quello edile che stava finalmente ripartendo grazie al Superbonus, che si è dimostrato una misura virtuosa che, da un lato ha favorito una ripartenza veloce per uno dei settori trainanti dell’economia italiana, e dall’altro ha permesso a molte famiglie di realizzare interventi importanti di riqualificazione energetica senza spese eccessive.

Potrebbe interessanti anche:

“Bentornata Gardensia”, fermiamo la sclerosi multipla con un fiore. L’invito del responsabile regionale Gino Donatelli di Trivento

“Bentornata Gardensia”, fermiamo la sclerosi multipla con un fiore. L’invito del responsab…