“La discarica intercomunale di Contrada Colle Santo Ianni, a Montagano, ha esaurito il suo ciclo di vita e ci si deve ora concentrare sulle delicate fasi della chiusura e della gestione successiva”. Lo ha detto, ancora una volta, senza mezzi termini, Giuseppe Tullo il sindaco del paese alle porte di Campobasso.
L’interrogativo è dunque cosa fare della struttura, perchè lo spazio di conferimento non è più sufficiente. Un interrogativo che è stato sollevato da più parti.

Materia complessa su cui si discute ormai da anni. La competenza principalmente è della Regione ma il comune di Montagano, rivendica un ruolo attivo nella vicenda. “Pretendiamo – ha spiegato il primo cittadino Tullo – di essere costantemente ascoltati sul tema “rifiuti”, perché da troppi anni oramai la discarica è utilizzata per raccogliere i rifiuti di più di 50 comuni e anche l’ultima parte è quasi satura”.

Il comune ha promosso la costituzione di un tavolo tecnico regionale, che coinvolga autorità competenti, per un confronto politico e tecnico che porti a soluzioni condivise e soprattutto fattibili, aggiornando il piano regionale dei rifiuti.

Una posizione, quella spiegata dal sindaco Giuseppe Tullo che si basa anche sulle informazioni raccolte secondo le quali la discarica sarebbe satura in poco più di un anno. “E’ quindi urgente e non più rinviabile individuare possibili soluzioni alternative – ha detto Tullo – così da salvaguardare ambiente e diritto alla salute di tutti i cittadini”.

Per il sindaco di Montagano è urgente che le autorità che hanno competenza sulla materia si attivino e convochino il tavolo tecnico e politico richiesto per un confronto “al quale – ha concluso Tullo – è necessario e imprescindibile che partecipi il comune”.

Potrebbe interessanti anche:

Covid: un decesso, 61 nuovi positivi e 308 guariti

L’ultimo bollettino Asrem con i dati Covid in Molise. Da registrare ancora un decess…