Una domenica sera – la palla a due sul match è prevista per le ore 20.30 con direzione arbitrale affidata ai capitolini Lorenzo Ciaccione e Carlo Iurato – dalla conformazione particolare. Dopo oltre un mese (l’ultima uscita sul parquet c’è stata con il 2021, lo scorso 15 dicembre, in occasione dell’exploit interno dopo due supplementari contro le Panthers Roseto), La Molisana Magnolia Campobasso, con il suo team junior impegnato nel girone A della serie B con Lazio, Umbria ed Abruzzo, torna ad assaporare le emozioni del confronto andando a far vista ad un Frascati sì ancora a secco di punti, ma in costante miglioramento. SECOND LIFE Per le rossoblù c’è l’incognita di una ripartenza con sensazioni senz’altro particolari dopo tutto questo periodo di break, figlio di rinvii causati dalle diverse positività al Covid-19 in un po’ tutti i gruppi squadra del raggruppamento. «Le ragazze – spiega però il coach Franco Ghilardi – sono pronte e determinate. Hanno lavorato sodo e si sono allenate con costanza. A Frascati dovremo anche noi fare i conti con qualche assenza, però, andremo lì determinate a fare la nostra partita e a dar vita al miglior lavoro possibile a livello individuale». TOUR DE FORCE Peraltro, al pari della prima squadra, anche le junior rossoblù avranno davanti la prospettiva di una serie di impegni ravvicinati da brividi col mese di febbraio che dovrebbe portare con sé ben sei partite in un ristrettissimo lasso di tempo. «Senz’altro sarà un impegno non da poco – riconosce il trainer dei #fiorellinidacciaio – ma al di là di tutto la speranza è che la pandemia allenti un po’ la morsa». PROGETTO SOCIALE Sull’altro fronte, con una statunitense e tre ragazze provenienti dall’Africa nell’ambito di un ponte tra basket e sociale portato avanti con l’Unicef, il Frascati è la formazione dalle più ampie prospettive del raggruppamento. All’andata – era il 21 novembre – le campobassane si imposero 75-38 imprimendo una sterzata decisiva alla contesa sin dall’avvio. «Abbiamo però la consapevolezza – discetta Ghilardi – che sarà tutt’altro che una gara semplice e che loro faranno di tutto per crearci delle difficoltà». COLLOCAZIONE SUI GENERIS Senz’altro la prospettiva serale da posticipo televisivo rappresenterà un fattore di ulteriore singolarità per un gruppo di ragazze che già il mattino successivo sarà sui banchi per un’altra settimana di scuola. «Dovremo però essere abili ad adattarci a questa situazione – chiosa l’allenatore delle giovani magnolie – cercando di far emergere quella resilienza che abbiamo testato, e non poco, nell’arco di queste settimane».

Fonte: Ufficio stampa

Potrebbe interessanti anche:

Calcio, Lega Pro, Campobasso pronto a dare il via alla nuova stagione. Taurino ad un passo dall’Avellino

Lega Pro ferma ai box un po’ per tutte le società che ancora non comunicano le decisioni u…