Passi da gigante nella ricerca sulle patologie trombotiche: Giovanni de Gaetano, Presidente dell’Istituto di Ricerca Neuromed, è stato insignito del “Gustav V.R. Born”, un premio assegnato dalla Fondazione internazionale VAS, impegnata nella ricerca nel campo dell’angiologia e della medicina vascolare.

Ogni due anni VAS, nel corso del suo incontro accademico annuale, onora personalità di tutto il mondo che si sono distinte nella ricerca medica in materia di salute pubblica, medicina e biologia vascolare, emostasi, aterosclerosi, trombosi e fisiopatologia piastrinica. Il professor de Gaetano ha così ricevuto una targa d’onore ed è divenuto membro della VAS International Academy.

Il premio è intitolato alla figura di Gustav Born, le cui ricerche iniziarono quando, come medico militare, fu assegnato a Hiroshima, dove curò i giapponesi colpiti dalle radiazioni nucleari. Le osservazioni sugli effetti che la radioattività aveva sulla coagulazione sanguigna portarono a una serie di studi che rivoluzionarono le ricerche sulle piastrine e aprirono la strada allo sviluppo di farmaci che oggi prevengono infarto e ictus in milioni di persone. Scomparso nel 2018, Gustav era figlio del Premio Nobel per la fisica Max Born.

Proprio alle piastrine è legata una parte importante della lunga carriera scientifica del professor de Gaetano, che con i suoi studi ha contribuito a delineare questo importante elemento della coagulazione sanguigna e, di conseguenza, delle patologie trombotiche.

Potrebbe interessanti anche:

“Bentornata Gardensia”, fermiamo la sclerosi multipla con un fiore. L’invito del responsabile regionale Gino Donatelli di Trivento

“Bentornata Gardensia”, fermiamo la sclerosi multipla con un fiore. L’invito del responsab…