Tornare subito in campo è la medicina migliore dopo una sconfitta. Domani sera alle ore 19 il Cln Cus Molise, privo del portiere Vinicius Oliveira e di Lorenzo Mariano, ospiterà la Lazio nel recupero della dodicesima giornata di campionato (il match è stato rinviato l’8 gennaio per alcune positività tra i capitolini) e avrà l’opportunità di ‘cancellare’ il ko maturato contro la capolista Active Network. L’impegno non è semplice perché i biancocelesti hanno tantissima qualità e grandi numeri a confermare un cammino fin qui ottimo. Di contro i molisani sono pronti a riscattare l’ultima battuta d’arresto e a dare l’assalto alla coppa Italia, traguardo che renderebbe questa stagione  ancora più straordinaria. “A Viterbo contro l’Active abbiamo fatto una grande gara – rimarca Jonathan Debetio – peccato per il risultato finale che ci ha visto tornare a casa a mani vuote. Avremmo meritato qualcosa di più senza ombra di dubbio. Adesso, però, abbiamo l’opportunità di vendicare sportivamente il ko maturato sabato e ce la metteremo tutta per tornare al successo e dimostrare che quello in casa della capolista è stato un semplice incidente di percorso. Il confronto non è assolutamente facile perché la Lazio è un’ottima squadra con elementi di esperienza e qualità. Verranno a Campobasso per provare il colpaccio ma dovranno fare i conti con la nostra voglia di riscatto. Dovremo ripartire da quanto di buono abbiamo fatto sabato cercando di mantenere sempre alta la concentrazione. Abbiamo tutte le carte in regola per mettere in difficoltà la Lazio e portare a casa i tre punti per accedere alla coppa Italia”.

Per i rossoblù  è un periodo intenso con all’orizzonte la terza gara in una settimana. Venerdì, infatti, capitan Di Stefano e compagni sono attesi dalla prima giornata del girone di ritorno in casa del Benevento. “E’ un vero tour de force – sottolinea Debetio – giocheremo la seconda partita a distanza di 48 ore, la terza in una settimana. E sarà un’altra sfida delicata e molto importante per il nostro cammino. Cercheremo di arrivarci nel migliore dei modi ma prima dobbiamo pensare alla Lazio”.

Potrebbe interessanti anche:

Calcio, Lega Pro, Giugliano promosso dalla D. Proiezioni sul nuovo girone C

Siamo oltre la metà di maggio, il campionato si è chiuso da circa un mese, la società ross…