In attesa che il comitato tecnico scientifico dia il proprio placet al nuovo protocollo che esclude voce in capitolo per altri organi come le Asl per la disputa di una partita, in serie C in merito ai contagiati da covid la situazione è diversa da una società all’altra, ma pare ci siano delle forti schiarite. Si contano i contagi, ma pure i guariti rapidi. Oggi esistono tutti i presupposti per un sereno ritorno in campo il ventitre gennaio. Diversamente il campionato subirebbe degli eccessivi contraccolpi sotto il profilo anche temporale. Benchè qualcuno fra commentatori o addetti ai lavori esprima ancora delle perplessità, la ripresa dei giochi rimane fissata per la penultima domenica di gennaio.
Rimane complessa la situazione a Palermo dove i positivi rimangono tredici e la squadra si sta allenando con otto unità compreso il neo arrivato attaccante Mattia Felici girato in prestito dal Lecce. Per lui si tratta di un ritorno a Palermo.


A Campobasso il prolungamento della sosta pare sia stato accolto in modo favorevole. Le squadre torneranno in campo dopo un mese dall’ultima gara. Cudini ha asserito che era stato un torneo privo di soste fino al ventitre dicembre lasciando intendere che la pausa non è stata troppo sgradita. I veri acquisti che per ora il Campobasso non fa registrare potrebbero essere partoriti in casa. Di Francesco e Dalmazzi hanno avuto un periodo importante per recuperare ed essere al massimo della forma. Mercato di scambi per i rossoblu che stanno tentando di perfezionare movimenti in entrata e in uscita. Sembra che l’attacco possa essere oggetto di modifiche. Qualcuno, numeri alla mano, può aver reso al di sotto delle aspettative come Parigi che ancora non realizza una rete o lo stesso Emmausso, due gol segnati ma rendimento forse troppo altalenante. Pare che il ds De Angelis abbia condotto un sondaggio anche con Russini del Catania che corteggiato anche dal Foggia, ma probabilmente lo stesso Russini potrebbe essere considerato fuori budget per il Campobasso.
A Foggia si registra l’uscita a mezzo stampa di patron Canonico che ha lamentato una situazione debitoria molto pesante e, per certi versi, inaspettata. L’attuale proprietario tuona: “Ogni tanto viene qualcuno e chiede soldi”. Pare che i conti della società portino ad un rosso di oltre due milioni di euro. Motivo per il quale lo stesso Canonico ha chiamato in causa gli altri soci del club invitandoli a rispettare gli obblighi nei confronti della società.

Potrebbe interessanti anche:

Calcio, Lega Pro, approvato il nuovo protocollo. Campobasso al lavoro per il ritorno in campo

Tonfo interno dell’Andria contro il Sudtirol nella semifinale di andata di Coppa Italia Le…