E’ attesa in queste ore la decisione dei sindaci molisani che avevano deciso di tenere chiuse le scuole fino a sabato 15 gennaio, mettendo in dad gli studenti. Ore cruciali per capire se sia il caso o meno di consentire il ritorno in classe dei ragazzi, dopo una settimana di didattica a distanza. D’altra parte il presidente del Consiglio Draghi è stato categorico su questo tema: le scuole devono rimanere aperte, non ci sono ragioni per le quali i ragazzi e gli insegnanti devono restare a casa.
A Campobasso, dopo il mancato rientro in presenza, lo scorso 10 gennaio degli studenti delle scuole di ogni ordine e grado, si va verso la riapertura, prevista per lunedì, anche se il sindaco non ha ancora indicato con quali modalità. Sembra essere invece orientato a prorogare la chiusura per un’altra settimana il sindaco di Termoli, Roberti. Stessa posizione prudenziale espressa dal primo cittadino di Trivento, Corallo che ha ricordato come nel suo Comune i positivi sono oltre 130. Tornano in presenza gli studenti di Riccia, mentre Montenero di Bisaccia, Guglionesi, Bojano attendono l’esito degli screening organizzati sulla popolazione studentesca. In forse la riapertura a Larino, mentre restano regolarmente aperti tutti gli istituti scolastici di Isernia, Venafro ed Agnone dove, nonostante numerosi positivi, le lezioni si stanno tenendo in presenza.
Negli altri comuni in cui le scuole sono attualmente chiuse i sindaci stanno decidendo in queste ore, anche se ve ne sono alcuni nei quali era già stata decisa la didattica a distanza fino al 28 gennaio.
Insomma, il mondo scolastico molisano cerca di tornare cautamente alla normalità, dopo l’ondata senza precedenti di contagi che si è abbattuta su gran parte della regione nel periodo natalizio. L’obiettivo ora è quello di ripartire. Molto dipenderà dall’andamento della campagna vaccinale che tuttavia procede a ritmo serrato anche nella fascia 5 -11 anni ma anche nel rispetto delle regole che tutti, in questi ultimi due anni abbiamo imparato a conoscere e mettere in atto.

Potrebbe interessanti anche:

Poggio Sannita non ricorda il Giorno della Memoria, Palomba: “Ancora una volta silenzio”

Poggio Sannita non ha ricordato l’importante Giornata della Memoria. A sottolinearlo…