“Con apposito decreto del ministero dell’Interno sono state definite le modalità con le quali i Comuni possono richiedere i contributi per realizzare interventi di messa in sicurezza degli edifici e del territorio, relativi all’annualità 2022”. Lo annuncia il portavoce del Movimento 5 Stelle alla Camera dei deputati, Antonio Federico.

“Le risorse complessive – spiega il parlamentare – ammontano a 450 milioni di euro e le richieste di contributo dovranno avvenire in modalità telematica, tramite la Piattaforma di Gestione delle Linee di Finanziamento, entro le ore 23:59 del 15 febbraio 2022.
Ciascun ente può presentare richiesta di contributo per una o più opere pubbliche di messa in sicurezza. I comuni con popolazione inferiore ai 5000 abitanti potranno chiedere fino ad 1 milione di euro; quelli con popolazione tra 5001 e 25.000 abitanti, fino a 2,5 milioni e i comuni sopra i 25.000 abitanti potranno chiedere fino a 5 milioni di euro”.

“Il contributo – aggiunge il deputato M5S – può essere richiesto solo per realizzare opere non integralmente finanziate da altri soggetti e secondo un preciso ordine di priorità: messa in sicurezza del territorio a rischio idrogeologico; messa in sicurezza di strade, ponti e viadotti; messa in sicurezza ed efficientamento energetico degli edifici, con precedenza alle scuole, e di altre strutture di proprietà dell’ente. Il decreto – termina Federico – è in corso di pubblicazione in Gazzetta Ufficiale ed è possibile trovare tutti i dettagli sul sito del Dipartimento per gli Affari interni e territoriali – Direzione centrale per la Finanza Locale. È una nuova, importante occasione per tutelare e migliorare i nostri comuni”.

Potrebbe interessanti anche:

La frazione agnonese di Villacanale celebra il patrono San Giocondino

La frazione agnonese di Villacanale è tornata a celebrare in gran stile il patrono San Gio…