Il mondo della Lega Pro vive una fase di stallo. Il campionato è fermo, almeno sino a domenica 23 quando si ripartirà dalla quarta giornata di ritorno. Almeno, perché la ripresa non è sicura al 100%, stando alle voci che arrivano dai palazzi della Lega Pro. Eppure i giocatori sono vaccinati e le misure messe in campo sono esattamente le stesse della passata stagione. Passi per una, anche per due settimane di stop ma ci auguriamo che non si vada oltre, anche perché la curva dei contagi è in crescita e resterà tale almeno sino a fine mese. L’imperativo è la convivenza con il virus, esiste un protocollo, se le squadre arrivano ad un numero elevato di contagi possono chiedere il rinvio. Certo è impensabile di continuare ad intasare il calendario, dal 30 gennaio al 26 febbraio, meno di un mese, sono in programma 8 partite. Un ritmo forsennato per le squadre di Lega Pro che dovranno scendere in campo ogni tre giorni.

In questo quadro che si sta delineando, l’obiettivo del Campobasso è farsi trovare pronto nel migliore dei modi. La preparazione atletica sarà fondamentale per affrontare un periodo così intenso, come la disponibilità dell’intera rosa. Non solo, ci sarà bisogno di tutti gli effettivi, il turn over sarà all’ordine del giorno per tutte le squadre. Attese news dal calcio mercato, anche Cudini ha confermato che ci saranno movimenti in seno alla rosa. Ricordiamo che in Lega Pro c’è il limite di 24 giocatori professionisti da inserire nella lista da inviare in federazione. Il numero non può essere ampliato, dunque per ogni arrivo dovrà esserci un’uscita considerato che al momento la lista è satura. Di certo sono attese novità in entrata prima della gara contro la Juve Stabia prevista domenica 23 gennaio, a Selvapiana.

Nel girone C continuano i movimenti di mercato, il Catanzaro ha preso il centrocampista greco Sounas dal Perugia, i calabresi sono attivi anche sul fronte offensivo, diversi i nomi al vaglio per offrire a Vivarini un altro attaccante. Nei quartieri bassi, il Potenza ha comunicato il tesseramento dei calciatori Azzedine Dkidak e Giuseppe Zampano. Il primo, classe 2000, prelevato dal Como, con cui ha disputato la prima metà di stagione in Serie B dopo essere arrivato in estate dal club olandese del Den Bosch. Zampano, classe 1993, tesserato dalla Fidelis Andria e vanta 111 presenze in cadetteria con le maglie di Crotone, Venezia e Reggiana. Due colpi importanti per una diretta concorrente dei lupi per la salvezza.

Potrebbe interessanti anche:

CNU, Atletica, Cus Molise, positiva l’esperienza di Mariagrazia Biscardi

“Sono felice di aver fatto il miglior tempo della stagione in questa gara e di essere sces…