Su disposizione del governo nazionale, è attiva da qualche giorno l’equivalenza fra tamponi molecolari e tamponi antigenici ai fini del monitoraggio della pandemia. Positivi, negativi e guariti confluiscono in un solo flusso di dati che consente di valutare in tempo reale l’incidenza del virus sulla popolazione. Tuttavia sono ancora molti i dubbi e le domande dei cittadini, quesiti ai quali l’Azienda sanitaria regionale ha fornito una risposta attraverso una specifica nota informativa. Intanto è stata ribadita l’equivalenza tra i tamponi, pertanto chi fa l’antigenico non è tenuto a fare il molecolare, salvo valutazione del medico curante. Per il tampone molecolare è obbligatoria la prescrizione medica mentre è sconsigliabile fare tamponi quotidiani. Novità importante è l’attestato di guarigione conseguente al tampone antigenico. Chi risultasse positivo al molecolare, dopo la quarantena o l’isolamento, potrà essere dichiarato guarito dopo un tampone antigenico negativo.

Sono queste le principali novità, come dice il direttore generale dell’Asrem, Oreste Florenzano.

L’obbligo vaccinale introdotto dal governo sta producendo i suoi risultati. Anche in Molise si registra un aumento delle prime dosi. La vaccinazione resta il presidio difensivo più forte dal contagio e l’Asrem ha condiviso sui propri canali social un video tutorial che ne descrive gli effetti positivi.

Potrebbe interessanti anche:

La Fonderia Marinelli di Agnone lavora ad una campana per le spose del Sud

L’Università delle Generazioni di Agnone in un comunicato ha posto l’attenzion…