La pandemia non arretra e i contagi salgono ancora, ma a differenza di un anno fa è totalmente opposta la situazione sul fronte delle terapie intensive e dei decessi. Per quanto riguarda i positivi, i dati risentono in parte anche dell’inserimento da qualche giorno, per la prima volta, nel bollettino Asrem dei tamponi antigenici effettuati in farmacie e laboratori. Negli ultimi sette giorni i nuovi contagiati sono stati 2.679 contro i 1.660 della settimana precedente. Il tasso di positività, calcolato però solo sui tamponi molecolari Asrem, resta stabile e poco al di sopra del 20 per cento. Piu’ che raddoppiato invece il numero degli attualmente positivi: oggi in regione sono 4.711 le persone positive al covid, lunedi’ scorso erano 2.153. Peggiora la situazione sul fronte ospedaliero, anche se solo in area medica. Il numero complessivo dei ricoverati al Cardarelli di Campobasso sale in una settimana da 23 a 30; invariata la terapia intensiva, con 2 pazienti. Negli ultimi sette giorni inoltre – nonostante il forte aumento dei contagi – non ci sono stati decessi, resta dunque fermo a 512 il numero delle vittime in Molise dall’inizio della pandemia.

Infine da evidenziare l’effetto dei vaccini mettendo a confronto i dati dei primi dieci giorni di quest’anno con lo stesso periodo dello scorso anno.  Gli attualmente positivi oggi sono più di 4.700, nello stesso periodo un anno fa erano 4 volte di meno: 1.224. Ma mentre negli ultimi 10 giorni in regione non ci sono stati morti, nello stesso periodo dello scorso anno le vittime furono 19. Al Cardarelli oggi ci sono 30 pazienti, un anno fa 65. In terapia intensiva oggi 2 malati, un anno fa 10.

Potrebbe interessanti anche:

Truffe anziani, a Campobasso 87enne presa ancora di mira dopo tre anni

Anziani presi di mira dai truffatori a Campobasso, dove sono sempre più frequenti i raggir…