Esordio nel 2022 rimandato per il Cln Cus Molise e la Chaminade. Le due squadre campobassane non scenderanno in campo rispettivamente nei tornei di A2 e serie B. Casi di positività al covid per la Lazio calcio a 5, un numero troppo elevato di giocatori con il covid, la prima del 2022 al Palaunimol non si giocherà. Un rinvio che fa sicuramente comodo anche ai cussini, il covid nell’ultimo periodo ha toccato più o meno tutti, anche indirettamente, per questo una settimana in più per allenarsi farà sicuramente comodo a Barrichello e compagni. Prima parte di stagione davvero entusiasmante per i ragazzi di Sanginario, il Cus veniva accreditato come un’incognita ad inizio anno, per via del cambio di squadre da affrontare rispetto alle due precedenti esperienze in A2. Al contrario la squadra si è esaltata e dopo aver preso confidenza con le nuove avversarie, è cresciuta di rendimento in modo esponenziale, tanto da arrivare a ridosso delle primissime posizioni. L’obiettivo stagionale, la salvezza, è già in cassaforte, ora viene il bello con la possibilità di divertirsi e giocarsi tutte le carte a disposizione per un posto elitario all’interno della griglia play off. Non sarà facile, il livello non è mai stato così alto, ma sognare non costa nulla e il Cus nelle stagioni passate ci ha spesso abituato ad imprese incredibili.

Fermo anche per la Chaminade, la gara in programma domani contro il Bitonto allo Sturzo, non si giocherà per casi riscontrati proprio nella società rossoblu. Anche in questo caso è una sosta che può solo che far bene alla società di patron Scarnata, impelagata al massimo nella lotta salvezza. Il covid ha interrotto anche il mercato in entrata, il pivot Rosato si è accasato alla capolista Itria, il giocatore va assolutamente rimpiazzato. Discorso per ora in stand by considerato lo stop dell’attività. Di certo i giocatori di Cavaliere sono chiamati ad una reazione d’orgoglio, 1 successo e 2 pareggi in 10 giornate, un bottino troppo esiguo per un roster di buon livello. Importante la reazione in particolare dei ragazzi, chiamati alla prova del nove dopo la storica salvezza dello scorso anno. La strada è sicuramente in salita, serve un cambio di passo dal punto di vista caratteriale, oltre un aiuto necessario dal calcio mercato. Ovviamente appena sarà possibile riprendere le attività, si spera nel giro di una settimana. L’obiettivo è alla portata e siamo certi che la Chaminade ha tutte le carte in regola per mantenere il campionato cadetto.

Potrebbe interessanti anche:

CNU, Atletica, Cus Molise, positiva l’esperienza di Mariagrazia Biscardi

“Sono felice di aver fatto il miglior tempo della stagione in questa gara e di essere sces…