Finiscono con un lieto fine le ricerche di un campobassano di 84 anni, anziano affetto da problemi senili che durante le scorse festività si era allontanato da casa senza farne ritorno. Le immediate ricerche da parte dei familiari, considerate le condizioni psicologiche dell’uomo, avevano davano esito negativo ed il trascorrere delle ore, e l’arrivo del buio e del freddo notturno, hanno trasformato lo stato di agitazione in un vero e proprio stato di disperazione.

La figlia dell’uomo ha sporto denuncia, presso la Questura di Campobasso segnalando che l’anziano padre era solito fare una breve passeggiata di un quarto d’ora, e il suo mancato rientro li aveva immediatamente allarmati. L’uomo era stato segnalato in una zona periferica della città ma, nonostante le immediate ricerche nella zona, dello stesso non vi era traccia ed il tempo trascorso faceva aumentare ulteriormente le speranze di rintracciarlo. Immediatamente l’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico in stretta collaborazione ed in accordo con la locale Prefettura ha avviato il piano provinciale per la ricerca di persone scomparse, inviando gli equipaggi della Volante immediatamente nella zona interessata. Sul luogo delle ricerche si portavano anche due squadre dei Vigili del Fuoco di Campobasso, con unità cinofile, nonché equipaggi delle altre Forze dell’Ordine allertate e personale della Protezione Civile.

Tuttavia, grazie alla particolare conoscenza del tessuto urbano, nonché alle attività di ricerca poste in essere in maniera capillare, personale della Volante della Polizia di Stato è riuscito a rintracciare l’uomo, in evidente stato confusionale, in una zona di questa Contrada San Giovanni dei Gelsi. L’anziano infreddolito e disorientato è stato soccorso dagli Agenti che hanno da subito provveduto a riparlo dal freddo e, sinceratisi delle sue condizioni fisiche, ad accompagnarlo presso la sua abitazione. Fortunatamente l’uomo è risultato in buone condizioni di salute pertanto è stato riaffidato immediatamente all’affetto dei suoi cari che così, dopo le ore di disperazione patite, hanno potuto festeggiare il nuovo anno con l’anziano.

Il Piano Provinciale per la Ricerca di persone scomparse, attivato immediatamente, è risultato pienamente efficace con l’allertamento di un elevato numero di uomini e mezzi che sin da subito hanno proceduto alle ricerche dell’uomo.

Potrebbe interessanti anche:

Dopo due anni di stop dovuto alla pandemia, l’associazione Notti Mediterranee di Roccavivara presenta il programma delle iniziative 2022

Dopo due anni di stop dovuto alla pandemia, l’Associazione Notti Mediterranee di Roccaviva…