Impennata di casi Covid a Trivento si è verificata, l’evoluzione epidemiologica ha portato a 16 casi accertati. Il primo cittadino Pasquale Corallo ha provveduto ad emanare l’ordinanza con le seguenti restrizioni che tengono in considerazione anche le indicazioni vigenti del Governo: 1) il divieto di assembramento interno ed esterno nei luoghi pubblici e privati, con decorrenza dal 29/12/2021 e fino al 31/01/2022 (compreso), salvo nuove proprie disposizioni e/o eventuali, ulteriori e diverse disposizioni statali o regionali; 2) che negli esercizi commerciali (ristoranti, trattorie, pizzerie, rosticcerie, bar, pub, ecc.) siano predisposti tavoli con massimo sei persone e che nelle residenze private possono riunirsi al massimo 15 persone tra gli stretti familiari, con decorrenza dal 29/12/2021 e fino al 31/01/2022 (compreso); 3) con decorrenza dal 29/12/2021 e funi al 31/03/2022 (compreso), salvo nuove proprie disposizioni e/o eventuali, ulteriori e diverse disposizioni statali o regionali, che: i pubblici esercizi che svolgono attività di somministrazione di alimenti e bevande (Bar, Ristoranti, Pizzerie, Pub. Gelaterie, ecc.) anche con vendita da asporto, osservino i seguenti giorni di chiusura, nei giorni dalla domenica al giovedì fino alle ore 24:00; nei giorni di venerdì e sabato fino alle ore 01:00 di notte; fatto salvo la notte tra il 31 dicembre e il I gennaio 2022 con orario fino alle ore 02:00; i pubblici esercizi che svolgono attività di somministrazione di alimenti e bevande (Bar, Ristoranti, Pizzerie, Pub, Gelaterie, ecc.) anche con vendita da asporto, provvedano: 1. a dotarsi di appositi contenitori per la raccolta differenziata al fine di evitare l’abbandono di rifiuti e il deposito incontrollato degli stessi sul suolo pubblico; 2. a mantenere puliti e liberi da ogni rifiuto proveniente dalla vendita gli spazi pubblici adiacenti; 3. a promuovere la raccolta differenziata e il contrasto all’abbandono abusivo nel rispetto dell’ambiente attraverso attività informativa e di sensibilizzazione a garanzia della pubblica e privata incolumità; 4. a promuovere il distanziamento sociale e l’utilizzo dei dispositivi di sicurezza a garanzia della salute pubblica; 4. con decorrenza dal 29/12/2021 e fino al 31/03/2022 (compreso), salvo nuove proprie disposizioni e/o ad eventuali, ulteriori e diverse disposizioni statali o regionali, a tutti i gestori e ai proprietari dei locali pubblici, l’interruzione della trasmissione di musica, dal vivo o riprodotta, sia in ambienti interni sia esterni, alle ore 22:00 e comunque nel pieno rispetto delle norme e prescrizioni di legge previsti per i limiti del rumore e di impatto acustico, in modo da non arrecare disturbo alla quiete pubblica; fatto salvo le notti tra il 1 gennaio 2022 e il 2 gennaio 2022, fra il 5 gennaio 2022 e il 6 gennaio 2022 con orario fino alle ore 01:00 e fatto salvo la notte tra il 31 dicembre e il 1 gennaio 2022 con orario fino alle ore 02:00; 5. il divieto assoluto di vendita di alcolici e superalcolici (birra, vino, whisky, vodka, ecc. ecc.) da parte di qualsiasi attività commerciale (compresi esercizi di vicinato, supermercati, panifici, ecc.), con decorrenza dal 29/12/2021 e fino al 31/03/2022 (compreso), salvo nuove proprie disposizioni e/o ad eventuali, ulteriori e diverse disposizioni statali o regionali: – nei giorni dalla domenica al giovedì dopo le ore 24:00; – nei giorni di venerdì e sabato dopo le ore 01:00 di notte; fatto salvo le notti tra il 1^ gennaio 2022 al 2 gennaio 2022, tra il 5 gennaio 2022 e il 06 gennaio 2022 con orario tino alle ore 01:00 e fatto salvo la notte tra 11 31 dicembre e il 1^ gennaio 2022 con orario fino alle ore 02:00. Si invita tutti i cittadini (adulti, ragazzi, gestori dei locali, ecc. ecc..) a rispettare rigorosamente le suddette norme. Qualora ci dovesse essere un ulteriore incremento dei casi Covid-19, l’Amministrazione Comunale si riserva la possibilità di intraprendere misure restrittive atte al contenimento della diffusione del virus sul territorio comunale.

Potrebbe interessanti anche:

La Caritas di Trivento in soccorso ai terremotati della Turchia e Siria. Stanziati 5 mila euro e avviata la raccolta fondi

La Caritas di Trivento in soccorso ai terremotati della Turchia e Siria. Stanziati 5 mila …