Patrick Zaki è stato liberato. Dopo quasi due anni di ingiusta detenzione, finalmente, è tornato libero, sebbene in attesa del processo che ci auguriamo lo assolva definitivamente.”

Queste le parole del Sindaco di Capracotta Candido Paglione sulla liberazione di Zaki, studente detenuto in Egitto per lunghi mesi. “Lo scorso 17 aprile, il consiglio comunale di Capracotta aveva votato all’unanimità un ordine del giorno per chiedere al governo il conferimento della cittadinanza italiana a questo giovane ricercatore egiziano dell’Università di Bologna. – ha continuato il primo cittadino – Oggi, la notizia della sua liberazione ci riempie di gioia.

Potrebbe interessanti anche:

Castel del Giudice, attivo il nuovo ATM Postamat

Prosegue il programma di impegni di Poste Italiane a favore dei piccoli comuni molisani. È…