Una squadra stellare arriverà sabato al Palaunimol per sfidare il Circolo La Nebbia Cus Molise: l’Ecocity Genzano. Basta scorrere la lista dei nomi che compongono il roster della formazione di mister Simone De Bella per capire che ha ben poco a che fare con la serie A2. Da Lukaian a Ghiotti passando per Chimanguinho, Fusari, Guedes per finire agli ultimi due acquisti, il portiere Miarelli (che sarà disponibile tra qualche settimana) e Lolo Suazo. Tutti giocatori che nella loro carriera hanno giocato e vinto nella massima serie nazionale e non solo. L’obiettivo è naturalmente quello di puntare alla promozione in serie A anche se oggi la classifica dice che i laziali hanno 17 punti (cinque in meno della capolista Active Network). La qualità è tanta e la formazione del presidente Tuccillo (che ha salutato Di Risio) intende essere protagonista fino alla fine in questa stagione. Mister De Bella, consapevole della forza dell’Ecocity, non si fida del Circolo La Nebbia Cus Molise. “Bisogna fare molta attenzione ai nostri prossimi avversari – argomenta con estrema disponibilità il trainer – stanno facendo un bel campionato e hanno nel proprio organico giocatori in grado di fare la differenza. Per questo prepareremo il match con grande attenzione come facciamo sempre e andremo a caccia di altri tre punti”.

Indubbiamente partite favoriti. “Noi partiamo sempre da favoriti e a volte la cosa può essere controproducente. Spingere sempre al massimo per andare alla ricerca della vittoria ti può portare anche alla beffa finale. Conosciamo il nostro valore e sappiamo che dobbiamo puntare sempre al massimo”.

Sabato scorso contro il Benevento avete trovato il guizzo vincente nel finale. Ha avuto paura di non portare la vittoria a casa?  “Sì, ho avuto paura di non vincere la partita. E’ stato un match equilibrato e sempre aperto, ben giocato da entrambe le squadre. Questa volta abbiamo trovato noi il guizzo vincente e devo dire che ce lo siamo andato a cercare. In altre circostanze meritavamo di più e abbiamo raccolto meno, il futsal è così. Sappiamo che in questo campionato nessuno ci regala niente e dobbiamo dare sempre il massimo dal primo all’ultimo minuto. I tre punti conquistati contro il Benevento mi hanno reso particolarmente contento”.

E’ soddisfatto dell’avvio di campionato della sua squadra? “Potevamo fare qualche punto in più, di questo siamo tutti consapevoli. Il campo ha detto questo, non siamo soddisfatti al 100% ma questo è uno stimolo in più a fare sempre meglio da qui in avanti. Stiamo lavorando anche a livello fisico per raggiungere il massimo della forma e dimostrare sul campo tutto il nostro grande valore”.

Per un allenatore è sicuramente bello poter allenare così tanti campioni, ma quali sono le difficoltà che si incontrano? “E’ un piacere poter allenare elementi di questo calibro ma ci tengo a sottolineare che prima di tutto sono grandi uomini e poi grandi calciatori. Sono pronti sempre ad ascoltarmi e a mettere in pratica le mie idee con una disponibilità e professionalità incredibili. Difficoltà? Non ce ne sono se non quella, forse, di convincerli di quello che si fa. Ognuno di loro cerca sempre di mettere a disposizione del gruppo le sue qualità e questo è straordinario. Sono contento di poter essere il tecnico di questa squadra”.

L’obiettivo per l’Ecocity resta la promozione. E’ così? “Nasconderci adesso sarebbe una presa in giro. Puntiamo alla promozione in serie A e perché no anche alla coppa Italia per fare il double. Siamo pronti, abbiamo voglia di regalare e regalarci delle grandi soddisfazioni e lavoreremo per questo. Chiaramente poi sarà come sempre il campo a parlare per tutti noi”.

La società fin da quest’estate ha curato tutto nei minimi dettagli non lasciando nulla al caso. “Oltre ai grandi giocatori ci ha messo a disposizione una struttura straordinaria. E’ sempre pronta a risolvere qualsiasi tipo di problema, sia dentro che fuori dal campo. Posso dire che un club così è difficile da trovare in qualsiasi categoria”.

Il mercato di dicembre vi ha regalato altri due botti, Miarelli e Lolo Suazo… “Come detto in precedenza scegliamo prima gli uomini e poi gli atleti. Miarelli e Lolo Suazo rispondono perfettamente ai nostricriteri. C’è stata la possibilità di portarli a Genzano e la società non se l’è lasciata sfuggire. Lo abbiamo fatto anche perché speriamo di riuscire a conquistare la serie A e in questo caso il roster sarebbe quasi pronto”. Parola di mister De Bella che, con tutti gli scongiuri del caso, si augura di guidare l’Ecocity Genzano in serie A.

Potrebbe interessanti anche:

Calcio, Lega Pro, per i lupi prossimo step ad Andria. Zeman prolunga il contratto a Foggia

Sul cammino dei rossoblu l’Andria che, obiettivamente, vive un periodo molto peggiore risp…