Danni ingenti per le due barche affondate nel porto di Termoli. Un duro colpo che si affianca a una già difficile situazione che vive l’intero settore della pesca. Le associazioni di categoria fanno appello alle istituzioni, si sono rivolte al sindaco Francesco Roberti che ha chiesto un incontro urgente al presidente della Regione, Donato Toma. Glielo ha scritto in una lettera in cui ripercorre la trista vicenda che ha interessato i pescherecci: “Si sono così aggravate le condizioni economiche – ha scritto il sindaco – già precarie dei due armatori, dei dipendenti e delle loro famiglie.
Tutti gli operatori della pesca – ha continuato Roberti – stanno vivendo un periodo di contrazione economica particolarmente grave dovuta sia alla pandemia da Covid19 sia ai provvedimenti recenti emessi dagli organi dell’Unione Europea che prevedono una ulteriore diminuzione delle giornate di pesca”.
L’aumento del costo del carburante è un altro ostacolo per le marinerie.

C’è necessità quindi di sedersi a un tavolo, alla presenza dei rappresentanti delle associazioni della pesca. Roberti chiede al presidente Toma di adottare un fondo straordinario relativo a calamità che rischiano di mettere in ginocchio la categoria oltre ad altri interventi a sostegno del settore.

Potrebbe interessanti anche:

Poggio Sannita non ricorda il Giorno della Memoria, Palomba: “Ancora una volta silenzio”

Poggio Sannita non ha ricordato l’importante Giornata della Memoria. A sottolinearlo…